Cassazione Sezione Civile
29/03/2022

Cassazione Civile - Sez. III - sentenza n. 10050/2022 Spetta al medico la prova del suo corretto adempimento

Non spetta al paziente dimostrare il mancato corretto adempimento del medico. Ma deve solo fornire la prova dell'instaurazione del rapporto col medico e il nesso causale tra l'evento patito e la prestazione ricevuta. Come nelle obbligazioni professionali, spetta al professionista fornire la prova di aver agito con diligenza, prudenza e secondo le regole scientifiche che governano la sua professione. Cioè senza colpa. Solo tale prova liberatoria scioglie il medico dalla presunzione di non aver correttamente svolto l'attività professionale da cui è asseritamente derivato il danno sofferto dal proprio cliente.

Allegati
Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it