Comunicati stampa
31/05/2018

TEMPARI: sentenza Tar Lazio è svolta giuridica fondamentale. Comunicato Anaao Assomed e rassegna stampa

Il medico non è un esecutore che opera a comando ed il paziente non è solo una cartella clinica. Senza un patto con i professionisti non si riducono ne liste di attesa né costi. Prima la politica se ne rende conto, meglio è per tutti. Il testo della sentenza.

scarica la sentenza

leggi le citazioni sulla stampa

La sentenza del Tar del Lazio che affida al medico specialista l’autonomia e la responsabilità in merito alla durata delle visite e delle prestazioni diagnostiche strumentali, rappresenta una svolta giuridica fondamentale. Si pongono, finalmente, limiti anche giuridici ad una concezione “industriale” del rapporto medico/paziente così cara a molti settori del management delle aziende sanitarie del nostro Paese.

Già la recente Legge 219/2017 aveva statuito che “il tempo della comunicazione tra il medico e il paziente costituisce tempo di cura”, riconoscendo e aggiungendo gli elementi relazionali come parte inalienabile del rapporto medico/paziente, che in tutta evidenza non può sopportare forzature e invasioni di campo da parte del “terzo pagante” né banali processi di semplificazione.

L’illuminante sentenza del Tar del Lazio ribadisce ulteriormente, sulla scia di precedente giurisprudenza della Corte Costituzionale e della Suprema Corte di Cassazione, l’autonomia e la responsabilità del medico nella relazione di cura, così piena di risvolti deontologici, etici e professionali, affermando che anche i tempi di esecuzione debbono essere coerenti con gli standard qualitativi individuati dallo Stato con il decreto Lea. Ne deriva anche l’impossibile standardizzazione in termini di durata e di contenuti delle singole prestazioni sanitarie la cui appropriatezza non può che essere garantita dal valore professionale degli operatori.

Il medico non è un esecutore che opera a comando ed il paziente non è solo una cartella clinica. Senza un patto con i professionisti non si riducono ne liste di attesa né costi. Prima la politica se ne rende conto, meglio è per tutti.

Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it