Corti d'Appello
13/10/2013

Corte d'Appello L'Aquila - sentenza 19 ottobre 2013 Paziente sviene a casa dopo l'intervento: responsabili i sanitari

.In primo grado il Tribunale, decidendo sulla richiesta di risarcimento del danno promossa dal paziente contro la struttura sanitaria per l’errata applicazione del tubo di drenaggio, che lo aveva costretto ad un secondo intervento chirurgico di rimozione, ha ritenuto esistente anche un concorso di colpa dell’attore, per non aver preso tutte le possibili precauzioni per evitare il danno. La Corte d’Appello ha chiarito che non può escludersi la responsabilità dei sanitari, affermando che il distacco del drenaggio si sarebbe verificato a seguito di un evento esterno alla sfera di controllo degli stessi, quale la caduta a terra del paziente. Tale evento accidentale può spiegare il distacco della sacca dal tubo, ma non la sua retrazione nell'addome; inoltre, vi è comunque una responsabilità dei medici per avere consentito la dimissione.

Allegati
Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it