Rassegna di giurisprudenza
25/01/2022

Giurisprudenza: obbligo vaccinale, ospedalità privata, certificatore Covid, responsabilità

Tar Friuli Venezia Giulia – Sez. I – Sentenza n.2/2022. Obbligo vaccino per operatori sanitari. Il Tar Friuli Venezia Giulia, sez. I, con la sentenza n. 2 del 4.1.2022 ha tuttavia ritenuto che il tecnico di laboratorio non è esonerato dall'obbligo di vaccinazione alla luce del fatto che l’inciso contenuto nella disposizione (“al fine di tutelare la salute pubblica e mantenere adeguate condizioni di sicurezza nell'erogazione delle prestazioni di cura e assistenza”) abbia la funzione di esplicitare le ragioni fondanti l’obbligo vaccinale, ma non valga certo a delimitare la platea dei soggetti tenuti al suo rispetto.

Tar Friuli Venezia Giulia – Sez. I – Sentenza n. 3/2022. Certificato di esenzione Covid. Il MMG è il certificatore. Ciascun MMG esercita la propria attività solo nei confronti dei pazienti in carico, cioè dei pazienti che lo abbiano scelto tra i medici del proprio ambito territoriale di residenza. L’attribuzione a tale figura del compito di certificare eventuali cause di esonero è di ricercare proprio nel particolare tipo di rapporto che si instaura tra ciascun MMG e il proprio assistito, fondato su un approccio globale alla salute dell’individuo e sulla continuatività del rapporto.

Tar Campania – Sez. I – Sentenza n. 7483/2021. Equiparazione degli ospedali privati alle strutture pubbliche. La riforma sanitaria del 1978 ha confermato il quadro normativo proprio della legge n. 132 del 1968, subordinando l’equiparazione di un istituto privato ad una struttura pubblica all’esistenza di un preciso requisito; in altri termini, di: “un ordinamento dei servizi ospedalieri corrispondente a quello degli ospedali gestiti direttamente dalle unità sanitarie locali”. Il legislatore ha altresì subordinato, affidandolo solo alla Regione, il riconoscimento alla verifica di compatibilità con il Piano regionale sanitario.

Cassazione Penale – Sez. IV – Sentenza n. 45602/2021. Responsabile il medico del pronto soccorso che non approfondisce le condizioni del paziente con esami di laboratorio e strumentali, omettendo l'esame differenziale che gli avrebbe permesso d'individuare una causa del dolore del paziente diversa da quella rilevata e curata inizialmente e d'intervenire tempestivamente, scongiurandone così il decesso.

Corte Costituzionale – Sentenza n. 6/2022Presenza del farmacista nelle strutture pubbliche e private. Obbligatorietà della presenza di personale farmacista nelle strutture sanitarie pubbliche e private ove sono utilizzati farmaci - Requisiti e inquadramento - Criteri di assunzione presso le strutture.

Tar Lazio – Sez. III- quater – Sentenza n. 419/2022. Il tar Lazio boccia la circolare del Ministero della Salute su cure a casa. Il contenuto della nota del Ministero della Salute che, in merito alla gestione domiciliare dei pazienti con infezione da Sars-CoV-2, prevede una "vigile attesa" e la somministrazione di Fans e Paracetamolo, "si pone in contrasto con l'attività professionale così come demandata al medico nei termini indicati dalla scienza e dalla deontologia professionale".

Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it