News
25/05/2021

PNRR: configura una scadenza ineludibile per il sindacato

Le enormi criticità che hanno caratterizzato il decorso della pandemia, le evidenti carenze organizzative dei sistemi di tutela della salute e dell’ambiente, la mancanza di risorse umane adeguate ed in particolare di figure professionali con peculiari competenze, i ritardi gestionali di fronte ad evidenti carenze, hanno confermato i gravissimi errori che il nostro Paese ha commesso nel recente passato, ed indicano oggi con chiarezza i percorsi da intraprendere.

In tale ambito il ruolo dell’Anaao, la maggiore Associazione sindacale italiana dei medici e sanitari diventa inevitabilmente molto importante e ciò per la criticità che il fattore umano ha rappresentato in questa epidemia ancora lontana dalla risoluzione.

E’ su questi presupposti, e non su altri, che si deve sviluppare la riflessione ed il dibattito interno ed esterno al sindacato, mirando agli obiettivi veri che il sistema Italia si deve porre nel suo complesso sugli aspetti veri e salienti della crisi da affrontare, evitando il rischio di “abituarsi” malamente all’emergenza, alle centinaia di morti quale tributo quotidiano all’infezione, a cui si fa oggi per assurdo meno caso che alcuni mesi fa, quasi che questa condizione, affrontabile e risolvibile se ognuno facesse la propria parte, sia divenuta “normale” e come tale in parte almeno “accettabile”.

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza impone a tutti non solo di fare scelte, indicare strade, misurare risorse da utilizzare per la ripartenza, ma soprattutto di cambiare approccio, dimenticando vecchi schemi e paradigmi, personalismi e protagonismi fuori luogo, donando tutto il proprio impegno, senza riserve e falsificazioni, al rilancio del nostro Paese e dell’intera comunità internazionale.

Anche ANAAO, Associazione che si fonda su antichi, ma più che mai attuali, principi dell’etica sociale più evoluta, e sulla missione peculiare dei propri professionisti della “salute”, dovrà concentrare e finalizzare tutti i suoi sforzi e le proprie risorse a queste finalità che non ammettono né deroghe, né rinvii.

Su questo scenario di vera e propria “rivoluzione” interna ed esterna deve essere avviato e rafforzato il confronto e l’impegno più ampio di tutte le componenti e realtà del sindacato.

Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it