Rassegna di giurisprudenza
26/07/2019

Sentenza. Le novità settimana 22-26 luglio:vaccini, consenso, cure estero, organizzazione carente

Questa settimana: -Vaccini: illegittima la legge del Molise -Mancata informazione non giustifica il risarcimento -Rimborso cure all’estero -Colpa di “organizzazione carente”

Corte Costituzionale – Sentenza n. 186/2019Le Regioni sono vincolate a rispettare ogni previsione contenuta nella normativa statale. Nel caso delle vaccinazioni obbligatorie le Regioni sono vincolate a rispettare ogni previsione contenuta nella normativa statale, incluse quelle che, sebbene a contenuto specifico e dettagliato, per la finalità perseguita, si pongono in rapporto di coessenzialità e necessaria integrazione con i principi di settore.

Tribunale di Lecce – Sentenza n. 1951/2019 La mancata informazione, in assenza di prova dei danni effettivi subiti, non giustifica il risarcimento. Ove si alleghi la violazione dell'obbligo di informazione da parte del medico, si ha l'onere di provare che, ove l'informazione fosse stata fornita, il paziente avrebbe rifiutato il trattamento sanitario. Tali conclusioni si collocano nella scia degli orientamenti ermeneutici delle note Sentenze di San Martino (Cass. Civ., SS.UU., 11 novembre 2008 nn. 26972/3/4/5) che qualificano il danno non patrimoniale quale "conseguenza" e non quale evento; quindi, non è sufficiente, a fini risarcitori, la mera violazione del consenso, ma occorre anche la prova del danno subito dal paziente che non può più essere individuato in re ipsa nella mera violazione dell'interesse leso, in quanto il danno, quale componente dell'illecito, è una conseguenza meramente eventuale dell'evento lesivo, potendo anche configurarsi illeciti non produttivi di danni.

Cassazione Lavoro – Sentenza n. 19024/2019 La asl rimborsa cure all’estero non autorizzate se il paziente decide in stato di necessità. I giudici ravvisano i presupposti del diritto al rimborso nello "stato di necessità" in cui si trova l'assistito che decida "non autorizzato" dalla pubblica amministrazione italiana di recarsi comunque all'estero per curarsi.

Cassazione Penale – Sentenza n. 32477/2019Secondo la Cassazione il medico manager risponde di “colpa di organizzazione” per il reato non ascrivibile ai soli operatori: è lui il garante ultimo dell’assistenza ai malati e del coordinamento del personale

 

Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it