Corti d'Appello
20/11/2013

Corte d'Appello Napoli - sentenza 20 novembre 2013 Morte paziente per omessi esami strumentali: medico assolto

Un medico in servizio presso il P.S. dell'Ospedale è stato accusato di omicidio colposo a seguito del decesso di un paziente, poiché aveva omesso di effettuare esami strumentali nonostante la presenza di dolori addominali e la precisazione che in precedenza era stato sottoposto ad un primo intervento chirurgico di bypass coronario e ad un secondo di dilatazione aneurismica e ripristino della continuità aortica con protesi aortica. Il sanitario ha diagnosticato dolore addominale e stipsi e non la presenza di una fistola aorto-enterica, inducendo il paziente ad allontanarsi dal nosocomio senza ricorrere alle cure necessarie. Successivamente, per l'aggravarsi delle condizioni di salute è stato sottoposto ad intervento chirurgico di duodenorrafia, che non ne ha impedito il decesso. I giudici d’appello hanno confermato l’assoluzione dell’imputato, anche a seguito di una istruttoria supplementare con l’ausilio di un Consulente Tecnico. Non è emerso con certezza che, in caso di tempestiva diagnosi, ritenuta dal perito esigibile nei confronti del sanitario in base alla storia clinica del paziente ed ai sintomi lamentati, l'esito mortale si sarebbe evitato, né in che misura l'inutile trascorrere delle ore ha aggravato incrementandolo il già tanto elevato rischio di esito infausto connesso all'intervento chirurgico poi praticato.

Allegati
Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it