Corti d'Appello
25/11/2011

Corte d'Appello Potenza - sentenza 25 novembre 2011 Trasferimento del dipendente Asl per incompatibilità aziendale

Il trasferimento del dipendente dovuto ad incompatibilità aziendale, trovando la sua ragione nello stato di disorganizzazione e disfunzione dell'unità produttiva, va ricondotto alle esigenze tecniche, organizzative e produttive, piuttosto che a ragioni punitive e disciplinari, con la conseguenza che la legittimità del provvedimento prescinde dalla colpa dei lavoratori trasferiti, come dall'osservanza di qualsiasi altra garanzia sostanziale o procedimentale che sia stabilita per le sanzioni disciplinari. In tali casi, l'eventuale controllo giudiziario sulle comprovate ragioni tecniche, organizzative e produttive, che legittimano il trasferimento del lavoratore subordinato, deve essere diretto ad accertare soltanto se vi sia corrispondenza tra il provvedimento del datore di lavoro e le finalità tipiche dell'impresa.

Allegati
Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it