Rassegna Normativa
19/04/2022

Rassegna parlamentare e normativa

In Parlamento il d.lgs su attuazione della direttiva europea relativa all'equilibrio tra attività professionale e vita familiare per i genitori e prestatori di assistenza. Approvati il Family Act e le disposizioni su iscrizione contemporanea a due corsi di istruzione superiore.  

DAL PARLAMENTO.
ATTIVITA’ NON LEGISLATIVA DI CAMERA E SENATO: I DECRETI LEGISLATIVI
Schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva (UE) 2019/1158, relativa all'equilibrio tra attività professionale e vita familiare per i genitori e i prestatori di assistenza (A.G. n. 378)

Il Consiglio dei Ministri del 31 marzo ha approvato lo schema di decreto legislativo di recepimento della direttiva europea 2019/1158 del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 giugno 2019 “relativa all’equilibrio tra attività professionale e vita familiare per i genitori e i prestatori di assistenza che abroga la direttiva 2010/18/UE del Consiglio”. Lo schema di decreto legislativo è stato predisposto in attuazione della disciplina di delega della Legge 22 aprile 2021, n. 53 (legge di delegazione europea 2019-2020).
Le norme contenute nello schema del decreto legislativo concernono i seguenti istituti:

  • i congedi di paternità (articolo 2, comma 1, lettere da a) a g) e n), e articolo 8);
  • il congedo parentale per i lavoratori dipendenti (lettere da h) a l) dell'articolo 2, comma 1);
  • il congedo per il convivente di un soggetto disabile in situazione di gravità accertata (lettera m) del medesimo comma 1);
  •  il trattamento di maternità per le lavoratrici autonome (successive lettere o) e q));
  • il congedo parentale per i padri lavoratori autonomi iscritti all'INPS3 (lettera p) dello stesso comma 1);
  • le tutele contro le discriminazioni (articolo 3, comma 1, lettera a), articolo 4, comma 1, lettera b), e articolo 5, comma 1, lettera b));
  • alcuni benefici per lavoratori che assistono persone con disabilità in situazione di gravità accertata (articolo 3, comma 1, lettera b));
  • il lavoro agile (articolo 3, comma 1, lettera b), numero 4), ed articolo 4, comma 1, lettera b));
  • il congedo parentale per i lavoratori iscritti alla cosiddetta Gestione separata dell'INPS (articolo 4, comma 1, lettera a));
  • i criteri di priorità nella trasformazione del contratto di lavoro dipendente da tempo pieno a tempo parziale (articolo 5).

Gli altri articoli concernono l'oggetto del provvedimento (articolo 1), la previsione di una relazione annua (articolo 6) e la quantificazione degli oneri finanziari e la relativa copertura (articolo 7).
Lo schema di decreto è all’esame in sede consultiva, della V Commissione (Bilancio), dell’XI Commissione (Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale) e XIV Commissione (Politiche dell’Unione Europea), dei due rami del Parlamento.

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

ATTIVITA' LEGISLATIVA
AC 3533 "Conversione in legge del decreto legge 24 marzo 2022, n. 24 recante disposizioni urgenti per il superamento delle misure di contrasto alla diffusione dell'epidemia da COVID- 19, in conseguenza della cessazione dello stato di emergenza".

Prosegue in XII Commissione della Camera l’esame del AC 3533. Relatore in Commissione On.le Ruggieri (M5S). Di particolare interesse per il settore: “art. 8 Obblighi vaccinali”; articolo 10 “Proroga dei termini correlati alla pandemia”; art. 12 “Disposizioni in materia di proroghe delle Usca e contratti in favore di medici specializzandi”.

Si ricorda che il Governo con il decreto legge 24 marzo 2022, n. 24 ha provveduto ad adottare alcune disposizioni attuative per il superamento delle misure di contrasto alla diffusione dell’epidemia da Covid 19 in conseguenza alla cessazione dello stato di emergenza, terminato il 31 marzo scorso.
In particolare:

  • l’articolo 10 – Allegato A- proroga al 31 dicembre 2022 la possibilità di trattenimento in servizio dei dirigenti medici e sanitari e del personale sanitario anche in deroga ai limiti previsti dalle disposizioni vigenti per il collocamento in quiescenza (art. 12 c. 1 dl 18/2020 – Cura Italia -);
  • l’articolo 10 – Allegato A- proroga al 31 dicembre 2022 la possibilità di conferire incarichi temporanei (ivi compresi incarichi di collaborazione coordinata e continuativa) a laureati in medicina e chirurgia abilitati all’esercizio della professione medica e iscritti all’ordine professionale da parte delle aziende e degli enti del SSN (art. 2-bis, c. 3 dl 18/2020 – Cura Italia -);
  • l’articolo 10 - Allegato B - proroga al 30 giugno 2022 le disposizioni contenute nell’articolo 2-bis, comma 5, del dl 18/2020 – Cura Italia - relativamente a “conferimento di incarichi di lavoro autonomo, anche di collaborazione coordinata e continuativa, a dirigenti medici, veterinari e sanitari nonché al personale del ruolo sanitario del comparto sanità, collocati in quiescenza, nonché agli operatori socio-sanitari collocati in quiescenza”.

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

NOVITÀ NORMATIVE
AS 2415 “Disposizioni in materia di iscrizione contemporanea a due corsi di istruzione superiore”
- approvato - Non ancora pubblicato in GU
Il 6 aprile 2022, il Senato ha approvato il disegno di legge già approvato dalla Camera dei Deputati, di un testo risultante dall’unificazione dei disegni di legge di iniziativa di molti deputati e del CNEL, recante “Disposizioni in materia di iscrizione contemporanea a due corsi di istruzione superiore”. (AS 2415). 

In particolare, di interesse del settore l’articolo 1, comma 3 che consente l’iscrizione contemporanea a un corso di dottorato di ricerca o di master e a un corso di specializzazione medica

___________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

AS 2459 “Deleghe al Governo per il sostegno e la valorizzazione della famiglia” - approvato - Non ancora pubblicato in GU
Il 6 aprile 2022, il senato ha approvato in via definitiva il Family Act, il disegno di legge deleghe al Governo per il sostegno e la valorizzazione della famiglia. Si tratta di un pacchetto di misure pensate per le famiglie con figli con lo scopo di promuovere la genitorialità e la funzione sociale ed educativa delle famiglie. 

Il provvedimento si compone di 9 articoli.

  • articolo 1           individua l’oggetto, i principi ed i criteri direttivi generali
  • articolo 2           reca delega al Governo per il riordino e il rafforzamento delle misure di sostegno all’educazione dei figli
  • articolo 3           contiene delega al Governo per la disciplina dei congedi parentali, di paternità e di maternità
  • articolo 4           dispone delega al Governo per incentivare il lavoro femminile, la condivisione della cura e l’armonizzazione dei tempi di vita e di lavoro
  • articolo 5           reca delega al Governo per sostenere la spesa delle famiglie per la formazione dei figli e il conseguimento dell’autonomia finanziaria dei giovani
  • articolo 6           contiene la delega per sostenere e promuovere le responsabilità familiari
  • articoli 7, 8, 9   contengono disposizioni sui procedimenti per l’adozione dei decreti legislativi, disposizioni finanziarie e clausole di invarianza.

 

Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it