Tar
09/07/2021

Tar Liguria - Sez. I - sentenza n. 647/2021 Concorsi pubblici, gli elaborati devono essere scritti su carta ufficiale

Gli elaborati debbono essere scritti esclusivamente, a pena di nullità, su carta portante il timbro d’ufficio e la firma di un componente della commissione esaminatrice o, nel caso di svolgimento delle prove in località diverse, da un componente del comitato di vigilanza”. Ai sensi dell’art. 12 comma 4 del d.p.r. 220/2001 “a tutti i candidati viene fornita carta recante il timbro dell’unità sanitaria locale o dell’azienda ospedaliera e la firma di un membro della commissione esaminatrice. L’uso di carta diversa comporta la nullità della prova”.
Il Tar ha anche sottolineato che laddove il bando rinvia espressamente al d.p.r. 487/1994 e al d.p.r. 220/2001, e prevede che la prova pratica potrà consistere anche nella soluzione di quesiti a risposta sintetica o multipla, cioè in una prova scritta, la prova in questione resta disciplinata dalle pertinenti disposizioni previste per la prova scritta.
 

Allegati
Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it