News

SSM 2021: ancora 2248 posti non occupati

Responsive image

Il concorso SSM 2021 di fatto ha ridotto all’osso l’imbuto formativo che per anni ha falcidiato il nostro sistema sanitario al punto da metterlo in ginocchio.

Eppure i risultati evidenziano che, nonostante lo sforzo economico, le cause della carenza di personale possono essere acuite da un’assenza vocazionale per la medicina, o meglio per alcune branche, che rischia di creare un vulnus prospettico preoccupante.

Infatti i primi scaglioni dell’attuale concorso di specializzazione, che andranno avanti fino al mese di novembre, mettono in evidenza che il totale dei posti in specialità oggi non occupati è 2248, e questo è preoccupante.

Le aree che maggiormente risentono della carenza vocazionale sono inevitabilmente quelle maggiormente colpite dalla pandemia e dai disinvestimenti sul sistema sanitario e che pertanto sono ad oggi meno appetibili.

In Medicina d’urgenza non sono stati occupati 494 posti, in anestesia e rianimazione al momento 145 posti. Altre branche vivono invece di una cronica carenza di appeal, come ad esempio patologia clinica che ad oggi ha solo 168 posti occupati.

Il dato è reso ancor più preoccupante in quanto, nonostante le nostre continue richieste, le borse che in questo anno accademico verranno perse non si sa se potranno essere riutilizzate nei prossimi anni.

Continuiamo a sostenere che l’unica via d’uscita al caos che regna sovrano nell’ambito della formazione medica italiana sia l’inserimento degli specializzandi degli ultimi anni, nelle strutture ospedaliere, attraverso forme di assunzione che da un lato velocizzino il percorso di inserimento nel mondo del lavoro, dall’altro assicurino una formazione di qualità.

Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it