Piemonte
06/03/2017

Solidarietà al collega a rischio di provvedimento disciplinare - Comunicato stampa dell'Intersindacale Piemonte

L'Anaao Assomed Piemonte insieme alle altre sigle della dirigenza medica ha espresso solidarietà al medico del DEA dell'Ospedale Maria Vittoria, che rischia un provvedimento disciplinare solo per aver descritto le condizioni del proprio lavoro e hanno chiesto con forza alla ASL “Città di Torino” di recedere da ogni ipotesi di provvedimento disciplinare, preannunciando, in caso contrario, la messa in atto di ogni azione sindacale e legale volta a contrastare un tale ingiusto provvedimento.

COMUNICATO STAMPA Intersindacale Dirigenza Medica, Veterinaria e Sanitaria – 6 marzo 2017
ANAAO ASSOMED - AAROI EMAC - ANPO ASCOTI FIALS MEDICI - CIMO ASMD -CISL MEDICI - FESMED - FP CGIL MEDICI - FVM –SNR ADERENTE FASSID - UIL FPL MEDICI
                   

In relazione al caso del Medico operante presso il DEA dell’Ospedale Maria Vittoria di Torino, sottoposto ad indagine per responsabilità disciplinare da parte della Direzione dell’ASL “Città di Torino” per aver segnalato nel corso di una trasmissione televisiva della Rai, le difficoltà in cui si trova ad operare presso il proprio nosocomio, 
le sottoscritte OO.SS. della Dirigenza Medica del Piemonte, 
firmatarie, in data 20.02.2017, di un documento inviato all’Assessorato alla Sanità della Regione Piemonte, nel quale si denunciava l’estrema criticità in cui versano DEA e Pronti Soccorsi piemontesi e si chiedeva di poter concordare un preciso piano d’azione per risolvere il problema,
esprimono:
1)       la più completa solidarietà ad un collega minacciato di provvedimenti disciplinari solo per aver descritto le condizioni del proprio lavoro;
2)       la propria vicinanza a tutti gli operatori medici, e non solo, che agiscono quotidianamente nell’ambito dell’emergenza-urgenza in situazioni di estremo disagio e di insicurezza loro e dell’utenza.

Contemporaneamente chiedono con forza alla ASL “Città di Torino” di recedere da ogni ipotesi di provvedimento disciplinare nei confronti del medico interessato, preannunciando, in caso contrario, la messa in atto di ogni azione sindacale e legale volta a contrastare un tale provvedimento che si configurerebbe come una profonda ingiustizia nei confronti di chi non ha avuto altra colpa se non di descrivere la drammaticità di una situazione le cui responsabilità vanno sicuramente ricercate altrove.

Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it