DIPENDENTI/
LIBERO PROFESSIONISTI
SPECIALIZZANDI NEO LAUREATI
Cassazione Sezione Lavoro
05/11/2007

Cassazione Lavoro - sentenza n. 23061/2007 Licenziamento del dirigente in prova

La motivazione del recesso, proprio per la sua funzione di dimostrare che il licenziamento non è dovuto a ragioni estranee all'esito dell'esperimento, può essere sintetica e non richiede la specificità necessaria per un licenziamento per giusta causa o per giustificato motivo. Una volta però che il prestatore non assunto in via definitiva contesti quella motivazione il datore di lavoro deve integrarla opportunamente fornendo l'indicazione specifica e completa delle ragioni della decisione assunta.

Scarica il testo della sentenza

Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it