Corte Europea
03/10/2000

Corte di Giustizia UE - causa C-371/1997 Contrattisti titolari di assegno di perfezionamento post-universitario

L'art. 2 n. 1, lett. c), nonché il punto 1 dell'allegato della direttiva del Consiglio Cee n. 363/1975, concernente il coordinamento delle disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative per le attività di medico, nonché la menzionata direttiva n. 363/1975 e l'art. 3 n. 2 nonché il punto 2 dell'allegato della medesima direttiva n. 363 devono essere interpretati: a) l'obbligo di retribuire in maniera adeguata i periodi di formazione tanto a tempo pieno quanto a tempo parziale dei medici specialisti si impone unicamente per le specializzazioni mediche comuni a tutti gli stati membri o a due o più di essi; b) tale obbligo impone solo le condizioni di formazione a tempo pieno di cui al punto 1 dell'allegato della direttiva n. 363/1975, o quelle della formazione a tempo ridotto di cui al punto 2 dell'allegato della medesima direttiva n. 363; c) tale obbligo è incondizionato e sufficientemente preciso nella parte in cui richiede che la formazione si svolga a tempo pieno o a tempo ridotto e sia retribuita; d) il detto obbligo tuttavia non consente di per sé al giudice nazionale di identificare il debitore tenuto a versare la remunerazione adeguata né di individuare l'importo della stessa.

Scarica il testo della sentenza

Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it