Comunicati stampa
15/03/2007

Libera professione: apprezzamento per l'indagine del Senato

15 marzo 2007

La Segreteria Nazionale dell'Anaao Assomed esprime il proprio apprezzamento per il lavoro di indagine conoscitiva svolto dalla Commissione Sanità del Senato, presieduta dal Senatore Ignazio Marino, per fare il punto sulla situazione della attività libero professionale intramuraria nelle strutture sanitarie della Penisola.

L'indagine ha fotografato, grazie a questionari sottoposti ad Asl e Regioni e a 49 audizioni di addetti ai lavori, una situazione 'critica' nell'applicazione dell'istituto, fedelmente rispecchiata nel documento conclusivo, in alcuni punti anticipato alla stampa, di cui è relatore il Senatore dell'Ulivo Paolo Bodini.

Uno dei pregi non secondari di tale indagine è quello di avere autorevolmente, e con dovizia di dati, fatto piazza pulita di molti luoghi comuni a proposito di libera professione intramoenia.

Innanzitutto l'esistenza in molte Regioni di standard ben lontani da quelli previsti dalla legge, ma anche l'assenza di interferenza negativa con l'orario di servizio e con le liste di attesa, che riconoscono cause strutturali non riducibili all'esercizio da parte dei medici di una facoltà che risponde a previsioni contrattuali e legislative, e la inesistenza del disastro economico con eccessiva superficialità attribuito a tale attività. Ovviamente, non intendiamo nascondere le “ombre” evidenziate, in massima parte riconducibili a deficit organizzativi, e dei meccanismi di controllo, ed alla insufficiente capacità gestionale di chi ha tali responsabilità.

In particolare, degna di nota è la considerazione che il termine del 31 luglio 2007 fissato dal Ministro della Salute per cessare l'utilizzo degli studi privati, previsto dal legislatore come modalità organizzativa transitoria per garantire il diritto dei medici all'esercizio della libera professione, e quello dei pazienti di scegliersi uno specialista di fiducia, a fronte della inesistenza degli spazi separati e distinti voluti dalla legge, “appare poco realistico” anche perché le consistenti risorse stanziate continuano a rimanere inutilizzate.

L'Anaao Assomed attende ora la convocazione richiesta con urgenza, insieme con le altre organizzazioni sindacali della Dirigenza Medica, al Ministro della Salute per trovare una soluzione condivisa che non può non tenere conto dei risultati di una indagine svolta con rigore metodologico da una autorevole Commissione del Parlamento italiano.

Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it