Umbria

Stabilizzazione dei precari in sanità: la lunga vertenza dell’Umbria

Responsive image

I precari della dirigenza sanitaria dell’Umbria hanno dovuto attendere il cambio radicale della compagine politica per portare a conclusione il processo di stabilizzazione, reso ancora più urgente dall’emergenza sanitaria da COVD-19 in atto nel nostro Paese.

La prima fase di attuazione della Legge Madia del 2017, è stata costellata di battaglie sindacali furiose. Insieme ai Segretari Regionali, Antonio Selvi prima e Gilberto Vincenzoni poi, abbiamo messo in campo tutte le azioni sindacali possibili grazie alle quali avvenne un incontro con l’allora Assessore alla salute.In quell’incontro (1.04.19) l’Assessore condivise le richieste. L’azione sindacale dell’Anaao non si interruppe neppure di fronte alle traversie giudiziarie dell’Assessore, anzi a fine 2019, con il cambio della giunta si tornò al confronto.

Già nel primo incontro del 13 febbraio scorso con l’Assessore Coletto fu riproposto come Anaao Assomed, tra i vari temi quello della stabilizzazione. Si associò la COSMED (Sivemp ed Aaroi) e poi tutti gli altri.

Oggi la sanità umbra, dopo tante vicissitudini, e la dirigenza sanitaria tutta del servizio sanitario regionale umbro, celebrano la risoluzione di un problema di grande portata che da tempo chiedeva risposta.

Basilio Ubaldo Passamonti

Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it