Cassazione Sezione Civile

Cassazione Civile - Sez. I - ordinanza n. 12998/2019 Amministratore di sostegno per le decisioni sulle cure future

Anche se in grado di intendere e di volere, il paziente può scegliere di nominare l’amministratore di sostegno al quale delegare le decisioni sulle sue cure future

L’amministratore di sostegno può essere nominato anche quando il soggetto che lo nomina è pienamente in grado di intendere e di volere, ma sa che per motivi di salute potrebbe non esserlo sempre. E a costui possono essere fin da subito delegati compiti di scelta sull’accettazione o il rifiuto delle eventuali cure salvavita da mettere in atto. A deciderlo è la Cassazione che ha respinto le sentenze del Tribunale prima e della Corte d’appello poi secondo cui la persona pienamente in grado di esprimersi non avrebbe potuto delegare qualcuno a decidere per lui.

Allegati
Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it