Dicono di noi

Covid: Anaao, medici no-vax pochi ma vanno limitati - ANSA

Responsive image

(ANSA) - ROMA, 06 SET - Quella dei medici non vaccinati contro il virus Sars-Cov-2 e che continuano ad esercitare la professione «è una situazione numericamente insignificante rispetto alle centinaia di migliaia di medici che esercitano in Italia ma che va limitata. Gli ordini professionali devono assolutamente intervenire aprendo procedimenti disciplinari». A dirlo è Carlo Palermo, segretario nazionale dell'associazione medici dirigenti Anaao Assomed riferendosi al dato presentato dal presidente della Fnomceo, Filippo Anelli, con circa 1000 professionisti al lavoro e che non avrebbero partecipato alla campagna di immunizzazione per limitare i casi di Covid-19. «Che ci fosse una fetta della professione non ben predisposta nei confronti della vaccinazione lo si sapeva - aggiunge - C'è da dire che la nostra posizione, come Anaao, è sempre stata molto critica rispetto a queste frange, tant'è che non abbiamo opposto alcuna resistenza nel momento in cui il Governo ha deciso l'obbligo per la vaccinazione per i medici».

Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it