Sardegna

Subito soluzioni vere, non rattoppi, alla crisi sanitaria del Nord Ovest Sardegna!

Responsive image

COMUNICATO STAMPA ANAAO CONGIUNTO ASSOMED E FASSID SARDEGNA

L’ennesimo atto della penosa gestione territoriale delle risorse sanitarie si sta consumando a scapito della categoria più fragile dei malati, i pazienti della Lungodegenza di Ittiri, costretti
a chilometriche traversate per raggiungere strutture di altre province, queste si, preservate e tutelate da tagli e chiusure in nome del Covid, sulla base di criteri alquanto discutibili. Parenti
costretti a trasferte lunghe ed estenuanti per assistere i propri cari o, peggio, altri malati condannati ad uno straziante isolamento. Questo succede a Ittiri, fino a ieri sede di una struttura strategica e
indispensabile per il Nord Ovest, la Lungodegenza post acuzie, rara espressione assistenziale, essenziale per offrire supporto ai malati cronici, spesso provenienti dalle affannate Medicine
sassaresi, per le quali costituiva e poteva continuare ad essere una valvola di sfogo naturale e necessaria. In particolare dopo la recente serrata della Clinica Medica della AOU di
Sassari, anch’essa imposta dalla recrudescenza Covid. Invece no! Anche Ittiri, con preziosissime risorse e professionalità, sacrificata come una pedina, nella scacchiera sempre più
infernale di un territorio sassarese incastrato e pressato, in nome dello stato di necessità, nel ruolo di riferimento regionale Covid, per molti aspetti anche a supporto di altri territori. Gli
stessi che mantengono le proprie specificità, pur riferendosi per patologie complesse alla AOU di Sassari in un circolo vizioso di cui ci sfugge francamente il razionale ultimo.
Tutto ciò, tralasciando volutamente in questo comunicato qualsiasi riferimento ai diritti contrattuali dei dirigenti sanitari da noi rappresentati, proprio nell’ottica di enfatizzare l’ampio respiro della
sensibilizzazione, in tutela degli interessi dei malati, dei parenti e dell’utenza della nostra gente. Esprimiamo in tal senso solidarietà alla cittadinanza di Ittiri e degli altri Comuni afferenti ai servizi
dell’Ospedale Alivesi e chiediamo ai rappresentanti delle istituzioni e della politica un’immediata inversione di tendenza che eviti l’insanabilità della frattura già in corso da tempo con gli operatori
della sanità del sassarese. Chiediamo, non solo l’immediata riapertura a pieno regime operativo della Lungodegenza post acuzie di Ittiri, ma il potenziamento di questa e di altri reparti
fondamentali, con particolare riferimento alla Medicina Interna dell’Ospedale Civile di Alghero, che al momento garantisce con soli quattro medici in servizio l’assistenza di oltre quaranta
malati, con turni massacranti ed un clima ovviamente critico. Chiediamo infine una ridistribuzione più equa ed oculata tra i territori dell’assistenza Covid, che non può e non deve essere
impressa come marchio a fuoco sulle sole strutture sassaresi e cagliaritane.

Michele Bottaru, Segretario Territoriale Anaao Assomed

Davide Piredda, Segretario Provinciale Area SIMET - FASSID
Coordinatore Regionale FASSID Sardegna

Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it