Dicono di noi

Palermo: "Inopportuna sfiducia a Speranza. Fatte anche scelte coraggiose". ADNKRONOS

Responsive image

COVID: PALERMO (ANAAO), 'INOPPORTUNA SFIDUCIA A SPERANZA, FATTE ANCHE SCELTE CORAGGIOSE'
'Pandemia non ha un manuale d'istruzione, errori non ascrivibili solo a lui'

Roma, 28 apr. (Adnkronos Salute) - La mozione di sfiducia, in discussione al Senato, per il ministro della Salute Roberto Speranza ,"è assolutamente inopportuna. Il compito che ha dovuto affrontare il ministro è stato qualcosa che nessun ministro della Sanità del nostro Paese ha dovuto fronteggiare. Non c'erano linee guida e buone pratiche per gli addetti ai lavori ma non c'era nemmeno un 'manuale d'uso' per la politica che permettesse di affrontare il problema 'nel modo giusto'". Lo ha detto all'Adnkronos Salute Carlo Palermo, segretario nazionale del sindacato dei medici ospedalieri Anaao Assomed, secondo il quale Speranza "ha condotto nel migliore dei modi possibile l'emergenza, con interventi che sono stati anche coraggiosi, come la decisione del primo lockdown".

"Una scelta che era l'unica possibile - continua Palermo - per evitare un vero e proprio disastro sanitario. E poi i numeri hanno dato ragione alla decisione presa, considerando che a luglio avevamo appena 50 ricoverati nelle terapie intensive". Gli errori che sono stati commessi, "e che ci sono stati indubbiamente, sono più ascrivibili a scelte della politica in generale, alla necessità di far viaggiare il 'vascello Italia' tra Scilla e Cariddi, tra lo scoglio del disastro sanitario da un lato e quello del disastro economico e sociale dall'altro. Sono state fatte scelte di Governo che hanno portato alla risalita dei contagi. E speriamo di non pagare allo stesso modo, nella seconda metà di maggio, le scelte effettuate ora. Ma si tratta di scelte dell'Esecutivo, non ascrivibili al solo ministro della Salute".

La conduzione del dicastero in questi mesi, secondo Palermo, "è stata positiva, per quanto ci riguarda, considerando anche l'enorme investimento fatto sull'assunzione del personale sanitario e gli incrementi che si sono avuti sul fondo sanitario nazionale. Se ci sono state criticità, sul Piano nazionale dei ripresa e resilienza, vista la scarsità dei finanziamenti sugli ospedali, non possiamo darne la colpa a Speranza che, invece, aveva previsto un piano di 68 miliardi sulla sanità. E sugli ospedali era destinato un investimento di 34,4 miliardi".

Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it