Le novitÓ normative:rassegna

🆕 Le novità normative dal 13 al 17 febbraio A cura del Coordinamento Servizi Anaao Assomed

Responsive image Questa settimana: - Dipartimento della Funzione Pubblica: atti ostativi all’allattamento; - Anac: chiarimenti sulla trasparenza dei dati patrimoniali; - Testo unico sul Pubblico Impiego: bozza di schema di decreto legislativo - Parlamento: la responsabilità professionale, il milleproroghe, le interrogazioni.

PRASSI AMMINISTRATIVA
Dipartimento della Funzione Pubblica – Direttiva del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione in materia di comportamenti e atti delle pubbliche amministrazioni di cui all’art. 1, comma 2, d.lgs. n. 165/2001 ostativi all’allattamento – Il Ministro Madia ha emanato una direttiva rivolta a tutte le pubbliche amministrazioni affinché assumano azioni positive, comportamenti collaborativi o comunque non ostacolino le esigenze di allattamento. L’allattamento è un diritto fondamentale dei bambini e le madri devono essere sostenute nella realizzazione del desiderio di allattare. Tale diritto è riconosciuto altresì dalla legislazioni comunitaria e nazionale.

Anac – Delibera n. 1388 del 14 dicembre 2016 “Atto di segnalazione al Governo e Parlamento – proposta di modifica dell’art. 14, co.1 lett.d), dell’art. 41, co. 3, e dell’art. 47, co.3 del decreto legislativo 25 maggio 2016,n.97 Il Consiglio dell’Autorità Nazionale anticorruzione, con la Delibera n. 1388 pone in rilievo delle criticità riguardo il diverso trattamento di trasparenza previsto per la dirigenza amministrativa in generale rispetto a quella sanitaria, segnalando che mentre per i dirigenti amministrativi la disciplina di trasparenza è ora prevista dall’articolo 14 del decreto trasparenza, sussistendo per questi l’obbligo di pubblicare anche le dichiarazioni concernenti la situazione patrimoniale, per la dirigenza sanitaria (in particolare per gli incarichi del Direttore Generale, Sanitario e Amministrativo, nonché per gli incarichi di Responsabile di Dipartimento e di Strutture Semplici e Complesse), è in fatto introdotto un differente regime di trasparenza: la norma non prevede per i dirigenti sanitari l’obbligo di fornire i dati riguardanti la situazione patrimoniale.

PROVVEDIMENTI
SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO TESTO UNICO SU PUBBLICO IMPIEGO
. La prossima settimana dovrebbe essere presentata al CdM la bozza di schema di decreto legislativo per la riforma del testo unico del pubblico impiego e della legge Brunetta illustrato ai sindacati. Molte novità con l'assicurazione di Madia che saranno sanate anche le posizioni dei precari dirigenti del Servizio sanitario Nazionale fortemente sollecitata dalla Cosmed.

LAVORI IN PARLAMENTO
CAMERA
Responsabilità professionale – Il disegno di legge C. 259-262-1312-1324-1581-1769-1902-2155-B è all’esame dell’Aula che ha esaurito l’esame e la votazione degli oltre 100 emendamenti presentati sui quali il relatore di maggioranza, Federico Gelli, aveva già dato parere negativo in sede di Comitato dei nove. Ieri si è interrotto all'articolo 5 l'esame degli emendamenti. L'esame degli emendamenti al ddl Gelli dovrebbe proseguire da giovedì 23 febbraio, a cominciare dall'articolo 6. Presumibilmente l'esame del disegno di legge potrebbe concludersi con le dichiarazioni di voto finali e la sua definitiva approvazione già nell'arco della stessa seduta.

SENATO
Milleproroghe – In settimana è terminato l’esame e la votazione, in I Commissione del Senato (Affari Costituzionali) - Relatore Sen. Stefano Collina degli emendamenti presentati. Il testo è stato quindi incardinato in Aula mercoledì 15 febbraio. Giovedì 16 l’Aula del Senato ha approvato, con 153 voti favorevoli e 99 contrari, il maxiemendamento del Governo, sul quale era stata posta la fiducia. Ora l’esame passa all’altro ramo del Parlamento. Il decreto dovrà essere convertito entro il 28 febbraio

Interrogazioni – Il Vicepresidente della commissione Bilancio del Senato, Andrea Mandelli (Fi), ha posto una interrogazione a sua prima firma al Ministro della salute Lorenzin sulle iniziative che intende intraprendere il ministro della Salute per ripristinare la piena funzionalità della Commissione Centrale per gli Esercenti le Professioni Sanitarie (Cceps), nel suo compito di giudicare in appello sui ricorsi contro i provvedimenti disciplinari irrogati dai competenti Organi degli Ordini provinciali delle professioni sanitarie.

Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it