Dicono di noi

COMPETENZE MEDICHE A INFERMIERI, ANAAO: NON SIAMO STATI INTERPELLATI

DOCTORNEWS - Intervista a Costantino Troise - 13 febbraio

Lo scorso 6 febbraio, la Commissione Salute delle Regioni ha inoltrato alla Conferenza Stato Regioni, con parere favorevole, la bozza di un accordo che estende agli infermieri competenze che ora sono solo di prerogativa dei medici. Nel precisare di non essere pregiudizialmente contraria, l'Anaao Assomed critica aspramente il percorso seguito: non è una questione di merito ma di metodo.

«Il problema - ci spiega Costantino Troise, Segretario nazionale Anaao - è che si tratta di un testo che passa attraverso l'intesa Stato-Regioni intervenendo su competenze professionali. Avremmo preferito che il provvedimento intraprendesse una via legislativa chiara, mentre i n questi mesi sia il ministero della Salute sia le Regioni hanno evitato accuratamente un'interlocuzione con gli ordini professionali e i sindacati dei medici: invece, quando si interviene su modelli organizzativi c'è bisogno dell'intervento di tutti gli attori in campo».

Secondo il sindacato dei medici dirigenti, è necessario operare nel rispetto dei fondamenti dello Stato di diritto e nella ricerca del massimo consenso: «anche per evitare effetti patologici, ministro della Salute e Regioni hanno l'obbligo di garantire che ogni modifica si muova nei binari della efficacia e della sicurezza dei percorsi assistenziali a tutela della salute dei cittadini e delle competenze della professione medica». Invece, l'iter che ha portato alla presentazione della bozza è stato, secondo i medici dirigenti del Ssn piuttosto curioso, «animato da tavoli tecnici di cui le Regioni hanno sempre disconosciuto la paternità a cui è seguita un'accelerazione improvvisa attraverso un'intesa tra Stato e Regioni, che in pratica taglia fuori dalla discussione e dal confronto i rappresentanti dei medici».

Riguardo ai contenuti, Troise trova difficile pronunciarsi, visto che «per il momento abbiamo visto solo degli stralci e anticipazioni dei giornali, mentre una lettura organica non c'è stata». Ma il problema di fondo è un altro: «credo che ci sia un atteggiamento punitivo - ribadisce il segretario dell'Anaao Assomed - nei confronti dei medici, che va dal blocco contrattuale, ai tagli degli organici fino all'atteggiamento delle Regioni».

Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it