29 dicembre 2017

BIOTESTAMENTO: i dubbi di chi lavora in prima linea. QUOTIDIANO SANITA'

A cura di Simona Bonaccorso AG Sicilia - Emiliano Altavilla AG Puglia - Bruno Nicora AG Lombardia - Alessandra Spedicato AG Lazio

21 dicembre 2017

I medici italiani li trovi solo fuori dall’Italia. Persi più di 10.000 medici, scappano tutti in Europa - LA VERITA’

L’articolo contiene il commento di Domenico Montemurro, Responsabile Nazionale Anaao Giovani.

21 dicembre 2017

GIOVANI MEDICI DELUSI DALLA LEGGE DI BILANCIO. Bocciato l'emendamento per 1000 contratti di formazione in più - Comunicato Anaao Giovani e citazioni sulla stampa

Anaao Giovani esprime profondo rammarico per il disinteresse manifestato dalle istituzioni nei confronti della formazione medica specialistica. E’ stato bocciato l’emendamento proposto in Commissione Bilancio alla Camera, finalizzato a garantire la copertura economica nella Legge di Bilancio 2018 per circa 1000 Contratti di Formazione Specialistica aggiuntivi a partire dal prossimo anno accademico.

leggi il comunicato
Il comunicato è stato ripreso da:
ADNKRONOS SALUTE
AGENPARL
IMGPRESS
QUOTIDIANO SANITÀ
PANORAMA DELLA SANITÀ
DOCTOR33
leggi gli articoli

20 dicembre 2017

Medici in prima linea? Sì, per una stabilizzazione - NATI PRECARI - L’articolo riporta il commento di Maurizio Cappiello (Consiglio Nazionale Anaao - Settore Anaao Giovani)

La salute è precaria. No non è il titolo dell’ennesimo avvertimento a coprirsi ed uscire nelle ore più calde della giornata, ma è sinteticamente quello che sta succedendo alla Sanità italiana.

19 dicembre 2017

Contro lo spreco la Svizzera vuole sperimentare la vendita di farmaci sfusi. Perché non copiarla? IL SALVAGENTE - L’articolo cita lo studio curato dal Settore Anaao Giovani.

Confezioni o blister, sovradosati rispetto alla terapia prescritta dal medico. Non è certo raro e si tratta di uno spreco enorme. Uno studio curato dalla sezione giovani dell’Anaao, l’associazione dei medici e dei dirigenti del Servizio sanitario nazionale, quantifica in 6mila tonnellate i farmaci che gettiamo ogni anno.

04 dicembre 2017

Terminato il CONCORSO SSM: una catastrofe annunciata - Comunicato stampa Anaao Giovani

Come Anaao Giovani aveva previsto, facile Cassandra, il concorso nazionale per l’accesso alle Scuole di Specializzazione in medicina appena concluso si è rivelato una catastrofe. Occorre una profonda modifica del sistema concorsuale che non può prescindere dal coinvolgimento delle organizzazioni sindacali di rappresentanza. Chiediamo con forza l’istituzione di un tavolo tecnico affinché lo scempio di questo concorso non si ripeta i prossimi anni e si arrivi finalmente ad una metodologia di selezione equa ed omogenea in tutta Italia che premi il merito.

leggi il comunicato stampa
leggi le citazioni sulla stampa:
ADNKRONOS SALUTE - Giovani medici su concorso specialità, una catastrofe annunciata.
INSALUTENEWS - Concorso Scuole di Specializzazione in Medicina, Anaao Giovani: “Una catastrofe annunciata”.
QUOTIDIANO SANITA' - Concorso scuole specializzazione. Anaao Giovani: “Una catastrofe annunciata. Già pronti ai ricorsi”.
PANORAMA DELLA SANITA' - Concorso per le scuole di specializzazione in Medicina, Anaao Giovani: Una catastrofe annunciata.
DOCTOR33 – Test specializzandi, giovani medici divisi su andamento della prova. L’articolo riporta il commento di Pierino Di Silverio, Direttivo Nazionale Anaao Giovani - leggi l’articolo
leggi gli articoli
 

04 dicembre 2017

Linee Guida, Pdta, procedure, buone pratiche cliniche: oneri e onori dopo la legge Gelli-Bianco. Intervento di Paola Gnerre (Direttivo Nazionale) su DIRIGENZA MEDICA N. 7/2017

Dal 1 aprile 2017 è in vigore la Legge recante “Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità degli esercenti le professioni sanitarie, la Legge Gelli-Bianco

03 dicembre 2017

L’Anaao Giovani porta in Europa le istanze dei giovani medici.  DIRIGENZA MEDICA N. 7/2017

Il report della riunione dell’European Junior Doctors che si è svolto a Malmo (Svezia) il 27/28 ottobre 2017 alla presenza di delegati di 19 nazioni europee. La delegazione italiana era composta da Alessandra Spedicato, Michele Negrello e Diliana Beleva, questi ultimi al loro primo meeting

01 dicembre 2017

L'Anaao giovani corre per TELETHON 2017 - Udine, 2/3 Dicembre 2017

L'Anaao Giovani Team ha corso a sostegno della ricerca, il 2 e 3 dicembre ad Udine per la "Staffetta Telethon 24 per un'ora - 19° edizione". Leggi il comunicato e la rassegna stampa.

leggi il comunicato stampa
le citazioni sulla stampa:
ADNKRONOS SALUTE - Ricerca: medici di Anaao giovani corrono per Telethon.
AGENPARL - Telethon 2017: Anaao Giovani corre per la ricerca.
QUOTIDIANO SANITA' – Anaao Giovani corre per la ricerca, 450 squadre già pronte per “Staffetta 24 x 1 ora”.
leggi gli articoli

Prima, durante e dopo la manifestazione, per tutti sarà comunque possibile compiere un gesto di aiuto concreto donando tramite bonifico su IBAN IT95U0100512300000000500200 intestato a Fondazione Telethon –Via Mercatovecchio 17 – 33100 Udine – Causale “ANAAO GIOVANI TEAM”.

Il programma su www.telethonudine.it

20 novembre 2017

Giovane medico precario della Campania scrive al Papa: “Siamo una generazione con tanti talenti ma in cui non vi è merito”. Lettera di Maurizio Cappiello su QUOTIDIANO SANITA'

Maurizio Cappiello, medico presso l’Ao Cardarelli di Napoli, non chiede nulla al Papa. Gli racconta, però, come si sente un giovane professionista della sanità. E parla di “una generazione con le idee”, ma che soffre per l'instabilità lavorativa. Di una generazione che emigra per lavorare, con
“tanta ambizione, ma anche tanta mortificazione”. Mentre “le buone idee non vengono viste come qualcosa da coltivare, ma nella migliore delle ipotesi sono tenute solo in considerazione, per poi dimenticarle nel governo successivo”.

09 novembre 2017

SSM2017: è indispensabile un concorso trasparente e regolare - Comunicato Anaao Giovani e rassegna stampa

Alla vigilia della prova per l’accesso alle Scuole di Specializzazione di Medicina 2017, Anaao Giovani auspica che il concorso possa svolgersi nel migliore dei modi, senza irregolarità e nella massima trasparenza. È infatti imprescindibile il corretto svolgimento di un concorso di tale importanza che mette in gioco il futuro di tanti giovani colleghi.

leggi il comunicato stampa

Le citazioni sulla stampa:
ADNKRONOS SALUTE
QUOTIDIANO SANITÀ
PANORAMA DELLA SANITÀ
DOCTOR33

leggi gli articoli

28 ottobre 2017

Milano, mobbing e contratti in medicina: la gravidanza penalizza le donne in corsia - I dati di un'indagine Anaao Giovani su REPUBBLICA.IT

Sono 41 le segnalazioni all'Ordine dei medici. Pronta una lettera per i direttori degli ospedali. 

16 ottobre 2017

Invertiamo la rotta sulla formazione - Editoriale di D. Montemurro e P. Di Silverio - DIRIGENZA MEDICA n. 5-6/2017

La parola d’ordine al momento è non mollare un centimetro, creare coscienza nelle nuove generazioni e non abbandonare quelle attuali.
A firma Domenico Montemurro (Responsabile Nazionale AG) e Pierino Di Silverio (Direttivo Nazionale AG)

16 ottobre 2017

Ordini dei medici: investire sui giovani si può - Video-intervista dell'ANAAO WEB-TV a Pierino Di Silverio, Direttivo Nazionale Anaao Giovani

15 ottobre 2017

Il monito dalla III Conferenza Anaao giovani. Sicurezza per pazienti e operatori, e modelli organizzativi che garantiscano la meritocrazia. Dirigenza Medica n. 5-6/2017

Questo il messaggio che da Bologna, dove si è svolta la 3° Conferenza Anaao Giovani, ha lanciato il responsabile nazionale del Settore. Nel corso della due giorni si sono affrontate numerose tematiche: dal sindacato 2.0 alla sanità privata e pubblica, dalla medical leadership alla responsabilità professionale, e ancora lavoro e famiglia e nuovo ruolo per il medico. Nel servizio proponiamo i principali passaggi che hanno animato il dibattito delle tavole rotonde. Il servizio su Dirigenza Medica con gli interventi nelle tavole rotonde.

06 ottobre 2017

Specializzazioni mediche. Anaao: “È saltato un anno accademico e il Governo ha ‘risparmiato’ più di 600mila euro. Ora si usino questi soldi per arrivare a 8mila contratti nel 2017” - Il documento Anaao Giovani su QUOTIDIANO SANITA'

La denuncia/proposta in un documento preparato da Anaao Giovani e che pubblichiamo integralmente dove oltre a diverse criticità si avanzano una serie di “proposte migliorative” per rimodellare il percorso di formazione specialistica dei medici italiani. Tra queste, oltre al recupero dei fondi non utilizzati a seguito al “salto” di fatti di un anno accademico, si chiede di aumentare fino a 6 il ventaglio delle scelte senza vincolo per area e di rendere le sedi concorsuali uniforme e omogenee.

05 ottobre 2017

Sanità precaria, a colloquio con Domenico Montemurro, Responsabile Nazionale Anaao Giovani - TORINO MEDICA

Focus sulle aspettative tradite della professione. Qual'è la situazione di precarietà in Italia? Come ci si è arrivati? Cosa è stato fatto per migliorare la situazione?

04 ottobre 2017

Non servono più medici, ma più specialisti - Comunicato stampa Anaao Giovani e citazioni sulla stampa

Per rimediare alla carenza di specialisti che si registrerà nei prossimi anni la soluzione non sta nel permettere un libero accesso al Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia, bensì nel permettere a tutti i laureati in medicina e chirurgia di completare il percorso formativo post-lauream per poter accedere al mondo del lavoro pubblico e privato. Tanto più che la “gobba demografica” e l’esaurirsi dello “scalone Fornero” manderà in quiescenza ben 88.000 medici nei prossimi 10 anni, con picco massimo fra il 2018-2023.

leggi il comunicato stampa

le citazioni sulla stampa:
ADNKRONOS SALUTE
DOCTOR33
QUOTIDIANO SANITÀ
SANITÀ24
leggi gli articoli

30 settembre 2017

Bando scuole specializzazione: parziale soddisfazione. Restano molte perplessità - Comunicato stampa Anaao Giovani

La risposta della politica alla Manifestazione del 28 settembre è uno spiraglio che, ci auguriamo, possa rivelarsi un punto di partenza per una approfondita discussione sul sistema formativo attuale, al fine di produrre quei miglioramenti indispensabili alla creazione di un medico di qualità.

leggi il comunicato

Le citazioni sulla stampa:
ADNKRONOS SALUTE
QUOTIDIANO SANITÀ
PANORAMA DELLA SANITÀ

INSALUTENEWS
leggi gli articoli

IL SOLE 24 ORE SANITÀ
DOCTOR33
PANORAMA DELLA SANITÀ

leggi gli articoli

29 settembre 2017

GIOVANI MEDICI: #UNFUTUROANCHEPERNOI! 
Manifestazione nazionale Anaao Giovani- Fimmg Formazione del 28 Settembre a Roma - L'evento sui media

Il sit-in dei giovani medici che si è tenuto a Roma davanti al Miur, è stato ripreso da: TG5 delle 20,00, ANSA, ADNKRONOS SALUTE, REPUBBLICA.IT, LA SICILIA, IL SANNIO QUOTIDIANO, IL DUBBIO.NEWS, QUOTIDIANO SANITÀ, AFFARITALIANI, SANITAINFORMAZIONE, HISPANTV
 

L’Evento è stato ripreso da
ANSA
ADNKRONOS SALUTE
REPUBBLICA.IT
LA SICILIA
IL SANNIO QUOTIDIANO
IL DUBBIO
QUOTIDIANO SANITÀ
AFFARITALIANI
leggi gli articoli

La protesta dei giovani medici Anaao e Fimmg sul TG5. Interviste a Domenico Montemurro, Pierino Di Silverio, Camilla Satragno, Francesca Iannu, Beatrice Percivale
TG5 – Edizione delle ore 20:00 – guarda il video

“Vogliamo solo specializzarci”, il grido dei giovani medici davanti al Miur nella protesta di Anaao e Fimmg.
SANITAINFORMAZIONE – leggi l’articolo e guarda il video

Jóvenes médicos italianos denuncian falta de opciones laborales. 
HISPANTV- leggi l’articolo e guarda il video

28 settembre 2017

La protesta dei giovani medici Anaao e Fimmg sul TG5 edizione delle 20 del 28 settembre.

Interviste a Domenico Montemurro (Responsabile Nazionale Anaao Giovani), Pierino Di Silverio (Direttivo Nazionale Anaao Giovani), Camilla Satragno, Francesca Iannu, Beatrice Percivale.

La protesta dei giovani medici Anaao e Fimmg sul TG5.
TG5 – Edizione delle ore 20:00 – guarda il video

28 settembre 2017

GIOVANI MEDICI: #UNFUTUROANCHEPERNOI!
MANIFESTAZIONE NAZIONALE ANAAO GIOVANI-FIMMG FORMAZIONE ROMA 28 SETTEMBRE 2017 DAVANTI AL MIUR - I comunicati stampa, le lettere a Governo e Regioni, la locandina, la rassegna delle citazioni e i video

Anaao Giovani e Fimmg Formazione chiedono un incontro urgente al Ministro Fedeli e al Coordinatore salute Saitta: non si può continuare a negare il diritto sacrosanto alla formazione post-lauream, senza la quale il medico non può accedere al mondo del lavoro, con un danno incalcolabile sia per tanti giovani professionisti che hanno investito anni di studio, fatica e denaro, che per l’intera comunità. Non si può continuare a negare il diritto ad avere un futuro. PER PARTECIPARE CLICCA QUI

22 settembre 2017

Montemurro: “Sicurezza per pazienti ed operatori, e modelli organizzativi che garantiscano la meritocrazia”. Il monito dalla Conferenza Anaao Giovani

Questo il messaggio che da Bologna, dove si è svolta la 3° Conferenza Anaao Giovani, lancia il responsabile nazionale Settore Giovani dei medici ospedalieri. Nel corso della due giorni si affronteranno numerose tematiche quali: sindacato 2.0, sanità privata e pubblica, medical leadership, responsabilità professionale, lavoro e famiglia, nuovo ruolo per il medico

18 settembre 2017

Specializzazioni: bene i tempi del bando, ma i giovani medici confermano la manifestazione del 28 settembre - Comunicato Anaao Giovani e Fimmg Formazione e le citazioni sulla stampa

Anaao Giovani insieme a Fimmg Formazione chiede che il Ministero dia ascolto a tali richieste senza ulteriori procrastinazioni del bando di concorso, che venga confermata la data annunciata nel comunicato e vengano prese in considerazione le nostre richieste, fondamentali per garantire ai giovani medici un concorso quanto più meritocratico possibile. Chiediamo che il numero delle sedi concorsuali (450 sedi sparse su tutto il territorio italiano) venga ridotto drasticamente attraverso l’organizzazione di macrosedi, e che tutte le Regioni siano dotate non solo degli spazi necessari e di sistemi di controllo idonei, ma che il personale di vigilanza sia costituito sia da addetti che da forze dell’ordine al fine di evitare le irregolarità e disparità già denunciate precedentemente.

leggi il comunicato

Le citazioni sulla stampa:
ADNKRONOS SALUTE
DOCTOR33
PANORAMA SANITÀ
QUOTIDIANO SANITÀ
leggi gli articoli

18 settembre 2017

Specializzazioni. Altro che modello francese! Lettera al Direttore di QUOTIDIANO SANITA' a firma Anna Maria Fodale - Settore Anaao Giovani Toscana

In Francia il sistema di accesso alle scuole di specializzazione è davvero meritocratico! La selezione consiste nel partecipare ad un concorso nazionale alla fine del 6° anno universitario. Il candidato concorre per tutte le scuole e secondo la posizione ottenuta in classifica (graduatoria unica nazionale) sceglie, in base ai posti rimasti disponibili, l’ospedale e i reparti in cui svolgerà la scuola di specializzazione. Ecco dove esiste la meritocrazia! La scuola di medicina generale dura 2 anni e mezzo, tutte le altre tra i 4 e i 6 anni. I posti di medicina generale e delle specializzazioni messi a disposizione sono di norma pari al numero previsto di candidati, dando a tutti la possibilità di continuare il percorso formativo.

12 settembre 2017

Specializzazioni, Anaao Giovani conferma “in piazza il 28 settembre”. Almeno 8mila contratti in più - DOCTOR33

12 settembre 2017

Scuole specializzazione: lettera aperta al Presidente Gentiloni - 12 settembre

Signor Presidente, l'Anaao Giovani e la Fimmg Formazione chiedono la sua disponibilità a promuovere e fissare un incontro con i nostri rappresentanti per prendere atto delle nostre esigenze e proposte finalizzate alla modifica della normativa di accesso alle scuole di specializzazione, al solo scopo di porre la sanità pubblica italiana a livello degli altri paesi europei ed evitare la fuga all’estero dei nostri Colleghi, come è avvenuto nel passato e tuttora avviene con crescente frequenza.

leggi la lettera

la lettera è stata ripresa da:
Formazione post lauream, lettera a Gentiloni di Anaao e Fimmg - SANITÀ24 – leggi l’articolo

11 settembre 2017

Specializzazioni. Serve riforma strutturale. Lettera al Direttore di QUOTIDIANO SANITA' a firma P. Di Silverio, Direttivo Nazionale Anaao Giovani e A. di Martino, Anaao Giovani Campania

Miur e Ministero della Salute continuano ancora a considerare l’Università come la sola casa dell’insegnamento del sapere medico specialistico, laddove in tutti gli altri paesi Ue, e non solo, la formazione specialistica medica è affidata prevalentemente alle strutture ospedaliere. Vittima di questo scadente sistema di formazione è, in prospettiva, l’intero sistema sanitario nazionale. Occorre aumentare i controlli col potenziamento degli Osservatori delle Scuole di specializzazione nell’attesa di una riforma strutturale che porti alla contrattualizzazione del rapporto di lavoro del medico in formazione che ne anticipi l’ingresso nel mondo del lavoro anche ai fini previdenziali e delle tutele.

08 settembre 2017

TOSCANA. Gli specializzandi incontrano Scaramelli, Presidente della commissione Sanità. Gli articoli della stampa locale citano il Gruppo Anaao Giovani Formazione.

CORRIERE DI SIENA
IL CITTADINOONLINE
GONEWS.IT

08 settembre 2017

CALABRIA. Scontro sulle specializzazioni. L’articolo cita la posizione del Gruppo Anaao Giovani Formazione - GAZZETTA DEL SUD – CATANZARO

08 settembre 2017

Specializzazioni. Un pastrocchio vergognoso, invertire immediatamente la rotta. L’articolo cita i dati Anaao Giovani - QUOTIDIANO SANITA’

08 settembre 2017

Specializzazioni. Un pastrocchio vergognoso, invertire immediatamente la rotta - QUOTIDIANO SANITA’

L’articolo cita i dati Anaao Giovani.

08 settembre 2017

Formazione medica: un disastro annunciato - Comunicato stampa Anaao Giovani dell'8 settembre

Le scelte del Miur continuano a far discutere fino ad arrivare alla richiesta di dimissioni del Ministro, "rea" di aver emanato il regolamento per l'ammissione alle scuole di specializzazione pubblicato in GU che per AG: viola la meritocrazia e non permette alcun scorrimento della graduatoria, scelta questa che non farà altro che determinare una ulteriore perdita di contratti, che non saranno più recuperati. Per AG un disastro di questa portata esige le dimissioni immediate del Ministro Fedeli.

leggi il comunicato stampa
Il comunicato è stato ripreso da:
ADNKRONOS SALUTE
QUOTIDIANO SANITÀ
SANITÀ24
PANORAMA DELLA SANITÀ
DOCTOR33
SICILIAINFORMAZIONI.COM

04 settembre 2017

Un futuro anche per noi! Anaao Giovani e Fimmg Formazione scrivono al Ministro Fedeli e a Saitta, il Coordinatore della Commissione Salute - 4 settembre

L'appello dei giovani medici che non si fermano alla denuncia e alla protesta, ma avanzano precise richieste al Ministro dell'Istruzione e al Coordinatore della Commissione Salute, compresa la richiesta di un incontro urgente.

lettera inviata al Governo e alle Regioni - 4 settembre 2017
leggi il comunicato stampa - 4 settembre 2017


Il comunicato stampa è stato ripreso da:
ANSA, ADNKRONOS SALUTE, IL MANIFESTO, INSALUTE NEWS, IL FARMACISTA ONLINE, LASICILIA.IT, MILLEUNADONNA.IT, QUOTIDIANO SANITÀ, PANORAMA DELLA SANITÀ,
SANITÀ24, DOCTOR33, MD DIGITAL, PAGINEMEDICHE.IT, NEWSTOWN.IT - leggi gli articoli

04 settembre 2017

...15 mila giovani in attesa della loro opportunità: con il futuro non si scherza! Roma 28 settembre 2017 #iocistoetu? Bando subito. Accreditamento subito. Aumento del numero delle borse subito.

Il video promo di Anaao Giovani e Fimmg Formazione

03 settembre 2017

Un diritto spacciato come privilegio, no al numero chiuso - LARGINE.IT

L’articolo cita l’Anaao Assomed Settore Giovani

03 settembre 2017

Medicina, congelate sette scuole di specializzazione. Bloccate da un anno le iscrizioni ai corsi di 300 neolaureati - LA REPUBBLICA – GENOVA

L’articolo cita l’Anaao Assomed Settore Giovani.

03 settembre 2017

“Non ci fanno specializzare” i giovani medici in piazza. Il ministero della Salute boccia il piano sulle scuole. Dagli aspiranti cardiologi ai pediatri, in 15mila attendono il bando: “Anno accademico a rischio”. Martedì manifestazione a Roma - LA REPUBBLICA

L’articolo riporta il commento di Domenico Montemurro, Responsabile Nazionale Anaao Assomed Settore Giovani.

02 settembre 2017

Giovani medici, concorso ancora bloccato - CORRIEREALPI.IT  e MATTINO DI PADOVA

L’articolo riporta il commento di Andrea Rossi, Responsabile Anaao Assomed Settore Giovani Veneto.

31 agosto 2017

Specializzazioni mediche: bando in ritardo, giovani camici in piazza a settembre - SANITA’24

L’articolo cita l’Anaao Assomed Settore Giovani.

29 agosto 2017

Ritardo bando scuole specializzazione e corsi mg: a settembre Manifestazione Nazionale.
 

Le citazioni sulla stampa del comunicato Anaao Giovani e Fimmg Formazione

QUOTIDIANO SANITA’
PANORAMA DELLA SANITA’
Leggi gli articoli

27 agosto 2017

MANIFESTAZIONE per ritardo bando scuole di specializzazione: i motivi della protesta nel video di Domenico Montemurro, Responsabile Nazionale Anaao Giovani

24 agosto 2017

VENETO. Test Fermi, mille medici restano in panchina - CORRIERE DEL VENETO – Padova 

L'articolo contiene il commento di Domenico Montemurro, Responsabile nazionale Anaao Giovani e di Andrea Rossi, Vice Segretario Anaao Assomed Veneto e Responsabile AG Veneto.

23 agosto 2017

Ritardo bando scuole specializzazione e corsi mg: a settembre Manifestazione Nazionale - Comunicato stampa Anaao Giovani e Fimmg Formazione del 23 agosto

Gli ultimi aggiornamenti che pervengono dal MIUR lasciano presagire ulteriori ritardi per l’emanazione del bando di concorso per l’accesso alle specializzazioni mediche andando a causare gravi ripercussioni anche sul corso di formazione in Medicina Generale. Ritardi del bando, e quindi dell’esame e quindi dell’inizio dei corsi. Ritardi anche negli scorrimenti delle graduatorie, con il pericolo di perdere le già esigue borse stanziate per i corsi. Stante così le cose, e vista l’attenzione che Governo e Ministri competenti mostrano nei confronti dei giovani medici, Anaao Giovani e Fimmg Formazione promuovono una manifestazione nazionale per il prossimo mese di Settembre.

07 agosto 2017

Formazione specialistica. Anaao Giovani scrive un appello a Miur e Salute: correggere il bando di concorso da emanare entro agosto e incrementare il numero dei contratti - 7 agosto

AG propone un modello alla francese, con graduatoria unica nazionale, senza preferenze e senza deterrenti con un congruo incremento del numero dei contratti da associare ad un “doppio binario formativo” con formazione in ospedali di insegnamento (Teaching hospital, Th) per “imparare facendo”, con contratto di formazione-lavoro a tempo determinato, da svolgersi presso strutture del Ssn, con insegnamento della parte teorica a carico delle Università. Alla fine del piano di studi, possibilità di accesso ai ruoli del Ssn con contratto a tempo indeterminato, superando un concorso pubblico.

leggi la lettera

la lettera è stata ripresa da:
ANSA
ADNKRONOS SALUTE
INSALUTENEWS
leggi gli articoli

01 agosto 2017

Concorsi mmg e specializzazioni. Il rischio di un “imbuto” formativo. - QUOTIDIANO SANITA'

Il Decreto Ministeriale del 7 giugno 2017 (GU n.135 del 13 giugno 2017) ha ufficialmente riaperto i termini relativi al concorso per l’ammissione ai corsi di formazione specifica in medicina generale per il triennio 2017/2020 (GU n. 57 del 28 luglio 2017), per permettere la partecipazione al concorso ai medici non ancora abilitati ed iscritti all’albo..... Lettera di Pierino Di Silverio e Annamaria Fodale (Direttivo Nazionale Anaao Giovani)

28 luglio 2017

SPECIALIZZAZIONI IN MEDICINA. Lorenzin firma il decreto: 6.105 posti per il biennio 2016/2017 - Montemurro su QUOTIDIANO SANITA'

Montemurro: "Se la proposta di Lorenzin fosse confermata, i posti complessivi non supereranno, quindi, i 6.700” Un numero in linea con i posti a bando lo scorso anno (6.725 contratti, di cui 6.000 finanziati dallo Stato), ma comunque ben al di sotto dei 7/8 mila posti calcolati secondo il fabbisogno, da Fnomceo e sindacati di categoria"

27 luglio 2017

SPECIALIZZAZIONI MEDICHE, Lorenzin firma il decreto interministeriale: in arrivo 6.105 contratti. Anaao Giovani: «Scelta sconsiderata» - Intervista a Montemurro su SANITA'24

"Se i numeri sono questi - sottolinea Montemurro - ancora una volta i ministeri competenti e il Mef non hanno accolto le richieste dei sindacati di categoria e della Fnomceo in quanto più volte è stata evidenziata la necessità, dopo calcoli sui fabbisogni, di almeno 7-8mila contratti di specializzazione".

19 luglio 2017

AG&Ordine dei medici. La sfida per il futuro, di Carla Fundoni, Direttivo Nazionale Anaao Giovani - DIRIGENZA MEDICA N. 4/2017

Nel panorama ordinistico nazionale, come nel sindacato, poche sono le presenze dei giovani, poche le donne, anche con incarichi di direttivo. Queste Istituzioni devono correggere la loro rotta, dare risposte alle problematiche che attanagliano la nostra professione, velocizzando e interpretandone tempi e risposte; porsi come organo “politico della professione” capace di interfacciarsi con tutte le istituzioni, con tutte quelle realtà che intendano decidere della nostra professione.

18 luglio 2017

Il balletto dei fabbisogni formativi. Lavori in corso sulle professioni. Fumata nera al tavolo Miur del 14 luglio: confronto rinviato al 19 sulla ripartizione dei posti tra atenei. Medicina blindata, Anaao: post laurea da potenziare - IL SOLE 24 ORE SANITÀ n. 26/2017

09 luglio 2017

Specializzazioni: che formazione vogliamo? Compila la survey Anaao Giovani

COMPILA LA SURVEY
I quesiti i riguarderanno ogni tappa del percorso di formazione post-laurea, con domande specifiche per ogni profilo. La prima parte è dedicata all’attuale sistema di svolgimento dell’esame di ammissione alle scuole di specializzazione. La seconda parte è centrata sugli anni della specializzazione. I risultati saranno presentati nel convegno nazionale di Bologna il 22 e 23 settembre.

11 luglio 2017

Contratto, il menu Anaao. La chimera della stabilizzazione: cinque priorità per il dossier giovani - IL SOLE 24 ORE SANITA' N. 25/2017 - A cura di D. Montemurro e M. Cappiello

Contratto a tempo indeterminato; anzianità professionale; carriere; tutela della gravidanze ed estensione del part time per creare le condizioni di welfare familiare; orario di lavoro per rivedere l'organizzazione delle reperibilità e dei turni di guardia.

23 giugno 2017

III CONFERENZA ANAAO GIOVANI - Il video di presentazione

Guarda il promo a cura di Domenico Montemurro, Responsabile Nazionale Anaao Giovani

20 giugno 2017

I selfie in corsia? La moda iniziò nel 1895, di Bruno Nicora - DIRIGENZA MEDICA N. 3/2017

Il paziente quando entra in ospedale perde due cose il controllo del proprio corpo e la propria privacy, contemporaneamente l’evoluzione tecnologica cambia il nostro modo di vivere quotidiano in maniera impercettibile progressiva e radicale.

16 giugno 2017

La sanità campana e le ragioni della crisi - Lettera di Maurizio Cappiello (Consigliere Nazionale Settore Anaao Giovani) al Direttore di QUOTIDIANO SANITA'

Se la sostenibilità del SSN non vede in prospettiva certezze di “lunga vita”, strumentalizzazione mediatica e clima di sfiducia non aiutano tutti quegli operatori della sanità che ogni giorno continuano a credere nella loro missione di cura ed a garantire, in condizioni sempre più difficili, la esigibilità di un diritto costituzionale che è, o dovrebbe essere, unico ed eguale per tutti i cittadini del Paese.

16 giugno 2017

Specializzandi, nuove scuole e nuovo concorso in arrivo. SANITÀ24 - Il commento di Domenico Montemurro (Responsabile Nazionale Settore Anaao Giovani)

Il nostro giudizio sul decreto è, in generale, positivo: ben venga l’aver definito quali devono essere le strutture accreditate per la formazione specialistica e, indirettamente, l’aver individuato la rete attraverso indicatori performanti. Ma il “neo” del provvedimento sta nell’aver raggiunto una sorta di compromesso sulla qualità della formazione: ad esempio, per l’alta specialità chirurgica, il decreto abbassa il numero di interventi richiesti».

31 maggio 2017

Medici con la valigia per i concorsi bloccati. Quaranta giovani che dal Veneto hanno chiesto il via libera per l’espatrio -  LA NUOVA VENEZIA - L’articolo riporta il commento di Domenico Montemurro, Responsabile Naz. Anaao Giovani.

22 maggio 2017

Specializzazione. Le condizioni dell’Anaao Giovani. Lettera al Direttore di QUOTIDIANO SANITA' a firma Alessandro Conte Direttivo Nazionale Settore Anaao Giovani e Matteo D’Arienzo Responsabile Emilia Romagna Settore Anaao Giovani

15 maggio 2017

CONCORSO DI SPECIALIZZAZIONE: Cambiamento imminente o l’inizio di un’odissea? #stupiteci! #SSM2017 #anaaogiovani - Comunicato stampa

Il bando del concorso di ammissione alle specializzazioni è stato rinviato. Una buona notizia a metà per i giovani medici dell'Anaao che in un comunicato stampa accolgono positivamente l'apertura del Miur, ma ritengono non del tutto sventato il rischio di saltare l'attuale anno accademico. Per Anaao giovani è indispensabile la convocazione di un tavolo tecnico con i rappresentanti delle istituzioni, per affrontare insieme le diverse criticità, presenti ormai da troppo tempo, promuovere le necessarie innovazioni, rendere più meritocratico ed efficace il percorso di formazione medica senza lasciare indietro migliaia di giovani.

leggi il comunicato stampa

leggi la rassegna stampa:
AGENPARL
QUOTIDIANO SANITÀ
SANITÀ24
leggi gli articoli
IL SOLE 24 ORE SANITÀ  - leggi l'articolo

27 aprile 2017

La denuncia di Anaao Giovani: inaccettabili lentezze per il bando di accesso alla specializzazione - Comunicato stampa del 27 aprile 2017

Anaao Giovani denuncia l’ennesimo ritardo nell’emanazione del bando valido per l’accesso alle scuole di specializzazione di area medica. Ignoriamo i reali motivi di questa cronica e intollerabile lentezza ministeriale, ma ormai ci siamo talmente abituati che abbiamo finito le parole di sdegno. Se il bando non dovesse uscire entro la fine di aprile, Anaao Giovani non starà a guardare ma si farà promotore di azioni di protesta a ogni apparizione pubblica del Ministro dell’Istruzione, per ricordarle che i giovani medici non possono aspettare, tutti gli anni, i tempi biblici del MIUR.

leggi il comunicato

Il comunicato è stato ripreso da:
ADNKRONOS SALUTE
AGENPARL
IMGPRESS
QUOTIDIANO SANITÀ
PANORAMA DELLA SANITÀ
DOCTOR33
leggi la rassegna

14 aprile 2017

Pronto soccorso, fino a 60 ore per un ricovero. A denunciarlo è uno studio di Anaao Assomed - STUDIOCATALDI.IT

05 aprile 2017

FORMAZIONE giovani medici - Intervista a Pierino Di Silverio, Direttivo Nazionale Anaao Giovani - RADIO CUSANO CAMPUS

Un approfondimento sul contenuto della lettera aperta inviata a Governo, Regioni e Istituzioni per un sistema formativo moderno ed europeo. Di Silverio: "Poniamo degli interrogativi al legislatore, inerenti la formazione specialistica in Italia e la condizione lavorativa dei medici in formazione. Abbiamo fatto una sorta di excursus tra i diritti e i doveri, e la qualità formativa stessa".

27 marzo 2017

Essere madre e medico nel Ssn: si può fare. Bruno Nicora (Anaao Giovani Lombardia-Dirigente medico Asst Provincia di Pavia) su DIRIGENZA MEDICA N. 1/2017

Riguardo alle mancate assunzioni dei medici non esistono capri espiatori come le“mamme medico” e il personale sanitario va ulteriormente implementato a beneficio di una sanità pubblica efficiente

25 marzo 2017

Anaao, in Ps fino a 4 ore per un codice verde. L'accusa: disagi per tagli ai posti letto - Chiara Rivetti su DOCTOR33

«Il sovraffollamento del Pronto soccorso induce un carico di lavoro eccessivo del personale medico e non. Chiediamo che venganoassunti più medici di pronto soccorso e che si decida di derogare al limite imposto per legge una maggiorazione dei posti letto adeguandoli allamedia europea». 

23 marzo 2017

Fino a 60 ore d'attesa nei pronto soccorso. L'indagine Anaao Giovani su LA STAMPA

La denuncia del sindacato: non è colpa degli accessi impropri, ma del taglio dei letti e dell'organizzazione.
Il commento del Segretario Nazionale, Costantino Troise, e l'indagine condotta da D. Montemurro e C. Rivetti
L'indagine è stata ripresa da altre testate, radio e tv. All'interno la rassegna delle citazioni.

leggi l'indagine integrale

la rassegna delle citazioni
RADIO 1-ITALIA SOTTO INCHIESTA, DI EMANUELA FALCETTI – ascolta l’audio (dal minuto 2:39 a 8:24)
RADIO KISS KISS Intervista al Segretario Nazionale - ascolta l'audio
ILGIORNALE.IT
TGCOM24 
(Servizio andato in onda nell'edizione del 23 marzo ore 9.00. Il video non è disponibile)
FANPAGE.IT
FOREX.IT
TIRRENO NEWS
QUOTIDIANO SANITÀ

leggi gli articoli

DOCTOR33 - Intervista a Chiara Rivetti (Anaao Piemonte)
TISCALI.IT - Intervista a Chiara Rivetti (Anaao Piemonte)

leggi l'articolo di Paolo Russo

24 marzo 2017

"Anche 60 ore in pronto soccorso prima del ricovero". Ecco perché accade. Intervista a Chiara Rivetti (Anaao Piemonte) su TISCALI.IT

L’allarme è stato lanciato a Tiscali.it da Chiara Rivetti di Anaao, il più rappresentativo sindacato dei medici ospedalieri che ha fatto una accurata indagine sullo stato di salute delle strutture di primo intervento italiane.

10 marzo 2017

Concorsi precari in sanità. Anaao: “Ancora nulla in moltissime aziende sanitarie e ospedaliere” - QUOTIDIANO SANITA' - M.Zippi (Resp. AG Lazio), D.Giannandrea (Resp. AG Umbria), E.Reggio (AG Sicilia), M.Cappiello (Cons. Naz. AG)

Dopo la prima ricognizione effettuata a novembre scorso il sindacato aggiorna la mappa dei concorsi messi in atto nelle diverse realtà. Ma il quadro resta desolante: “Appare evidente che le indicazioni imposte dalla legge di stabilità 2016, di una riserva di posti a favore della stabilizzazione dei precari nei concorsi per la dirigenza medica e sanitaria, sono state disattese dalla maggioranza delle Regioni che pure stanno sbloccando, almeno parzialmente, il turnover”.

10 marzo 2017

Sproporzionati i blister dei farmaci - Chiara Rivetti (Segreteria Piemonte) commenta l'indagine AG sugli sprechi in sanità - IL SALVAGENTE

Tra le cause dello spreco dei farmaci vi è sicuramente il vizio degli italiani a comprarne più del dovuto. Anche l’industria farmaceutica però ha le sue colpe. 

Chiara Rivetti, dottoressa dell’Anaao, spiega al Salvagente: “I farmaci, soprattutto i chemioterapici, sono distribuiti in fiale che conservano una quantità standard di principio attivo superiore a quella necessaria. Ad esempio per pazienti normopeso una buona parte della fiala non viene utilizzata, va sprecata. Si calcola che quasi il 10% di questi farmaci finisce direttamente nel cestino”. 

leggi l'articolo

02 marzo 2017

Errori in corsia, la legge della svolta. I medici: “Più tutele per camici e pazienti” - Intervista a Michela Piludu, Responsabile Anaao Giovani Sardegna - YOUTG.NET

«La Legge è un passo fondamentale per ricostruire il rapporto di fiducia tra medico e paziente».

27 febbraio 2017

Troppi professionisti oltre i 40 e 50 anni che attendono il contratto. Precari: un tappo per i nuovi medici - La posizione dell'Anaao Giovani su IL MATTINO-Edizione Benevento

La questione molto sentita a livello locale, rispecchia del resto l'andamento generale del paese.

25 febbraio 2017

Troppi medici precari in Italia e specie in Campania - Lettera di Piero Di Silverio, Direttivo Nazionale Anaao Giovani al Direttore di QUOTIDIANO SANITÀ

In 10 anni, nel nostro Paese, il numero dei camici bianchi con contratti di lavoro a termine è più che raddoppiato: da 3.527 a 7.177. Praticamente una crescita del 100%. Una percentuale, tra l’altro, che per quanto riguarda le donne medico va moltiplicata per tre.

07 febbraio 2017

Università e monopolio del sistema formativo: una scelta perdente - QUOTIDIANO SANITA' - Matteo D’Arienzo Coordinatore AG Emilia Romagna - Alessandro Conte Direttivo Nazionale AG - Pierino Di Silverio Direttivo Nazionale AG

Occorre rivedere profondamente il senso della formazione medica, al di là dei tecnicismi, speriamo semplicemente che i nostri ‘suggerimenti’, che si trasformeranno in proposte di cambiamento attivo, suscitino l’interesse delle istituzioni, perché solo con il coinvolgimento attivo di chi lavora ogni giorno, di chi ogni giorno vive la strana questione della formazione in Italia, potremo trovare una soluzione reale a problemi tanto annosi quanto gravi che minano oggi, il medico di domani.

31 gennaio 2017

Pronto soccorso intasati e sanità sempre più in crisi di A. Spedicato (Vice Resp. Naz. Settore Anaao Giovani) e C. Rivetti (Segreteria Anaao Piemonte) - QUOTIDIANO SANITA'

Crediamo che la soluzione sia tornare ad investire nella Sanità Pubblica, lavorare sulla prevenzione e credere nelle risorse umane (stop al blocco del turn over e stop al precariato). Altrimenti continueremo a vivere di emergenze, perché incapaci di pianificare e programmare

17 gennaio 2017

TEMPO DI CAMBIO rebus per i medici. Intervento di Mirko Schipilliti Settore Anaao Giovani Veneto - IL SOLE 24 ORE SANITÀ N 1/2017

leggi l'articolo in pdf

La recente entrata in vigore dell’ormai famosa legge 161/2014 sull’orario di lavoro - con l’obbligo inderogabile di riposi e tetto massimo orario - ha permesso di mettere ordine anche su questioni lasciate spesso al caso o a supposizioni erroneamente tramandate.

Una situazione tipica con cui tutti noi abbiamo a che fare quotidianamente, ogni volta che entriamo in servizio, è quella inerente il misterioso “tempo di cambio”, ovvero il tempo che impieghiamo a svestirci per indossare il camice, o più spesso una tuta (casacca, pantaloni, cuffia, zoccoli), andando a sostituire il collega che smonta dal turno. Mi presento al momento dell’inizio del servizio già cambiato? Qualcuno “pretende” il cambio prima e qualcuno lo fa per “gentilezza” verso il collega, qualcuno dopo l’inizio del servizio, qualcuno si secca perché il collega arriva dopo l’inizio del servizio imputandogli un “ritardo”. Confusione.

Chiariamo subito che l’obbligo della divisa non è discrezionale, ma si impone nel duplice interesse del lavoratore e del datore di lavoro, secondo la normativa nazionale sulla sicurezza in ambienti di lavoro, che definisce come dispositivo di protezione individuale (Dpi) «qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata e tenuta dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro uno o più rischi suscettibili di minacciarne la sicurezza o la salute durante il lavoro, nonché ogni complemento o accessorio destinato a tale scopo» (articolo 40 del decreto legislativo 626/1994, si veda anche Cassazione, sezione Lavoro, sentenza 5 marzo 2014, n. 5176).

Nel nostro caso tali procedure riguardano anche la sicurezza dei pazienti, e sono spesso definite da specifici protocolli aziendali, rientrando inoltre nell’obbligo di riconoscibilità del personale sanitario da parte degli utenti anche per agevolarne i rapporti coi dipendenti pubblici (vedi inoltre l’obbligo di identificazione del personale a contatto con il pubblico: Codice disciplinare, articolo 12; circolare n. 3/2010 del dipartimento della Funzione pubblica sull’uso di cartellini identificativi in relazione all’identificazione del personale a contatto con il pubblico).

Dai limiti perentori sull’orario di lavoro, dal principio - anche se piuttosto vago - della “flessibilità oraria” dei dirigenti medici, e dalla giurisprudenza consolidata, non ci sono dubbi sul comportamento corretto da tenere.

Negli ultimi anni vi sono stati infatti numerosi contenziosi, giunti fino a giudizio in Cassazione, relativi alle richieste di retribuzione da parte di disparate categorie lavorative, inerenti al tempo impiegato per vestirsi e svestirsi che si veniva ad aggiungere all’orario di servizio, a causa dell’obbligo di divisa legato alle proprie mansioni.

Già il regio decreto 15 marzo 1923 n. 692, articolo 6, sancisce che «rientrano nell’ambito del lavoro effettivo i lavori preparatori e complementari che debbano eseguirsi al di fuori dell’orario normale delle aziende», mentre - più recentemente - ai sensi dell’articolo 2, punto 1, della direttiva 23/11/1993 n. 93/104 del Consiglio dell’Unione europea, rientra nell’orario di lavoro «qualsiasi periodo in cui il lavoratore sia al disposizione del datore di lavoro e nell’esercizio della sua attività o delle sue funzioni», ribadito del resto dalla Cassazione con la sentenza 15734/2003.

In sintesi, con la sentenza 19358/2010, la Corte di cassazione ha ulteriormente stabilito che «l’orientamento secondo cui, per valutare se un certo periodo di servizio rientri o meno nella nozione di lavoro, occorre stabilire se il lavoratore sia o meno obbligato a essere fisicamente presente sul luogo di lavoro e a essere a disposizione di quest’ultimo per poter fornire immediatamente la propria opera, consente di distinguere nel rapporto di lavoro una fase finale che soddisfa direttamente l’interesse del datore di lavoro, ed una fase preparatoria, relativa a prestazioni o attività accessorie e strumentali, da eseguire nell’ambito della disciplina d’impresa (articolo 2104, comma 2, del codice civile) e autonomamente esigibili dal datore di lavoro, il quale ad esempio può rifiutare la prestazione finale in difetto di quella preparatoria. Di conseguenza al tempo impiegato dal lavoratore per indossare gli abiti da lavoro (tempo estraneo a quello destinato alla prestazione lavorativa finale) deve corrispondere una retribuzione aggiuntiva».

Successivamente, la sentenza della Cassazione n. 2837 del 7 febbraio 2014 ha inoltre precisato che «il tempo impiegato per indossare la divisa sia da considerarsi lavoro effettivo, e debba essere pertanto retribuito, ove tale operazione sia diretta dal datore di lavoro, il quale ne disciplina il tempo e il luogo di esecuzione, ovvero si tratti di operazioni di carattere strettamente necessario e obbligatorio per lo svolgimento dell’attività lavorativa», mentre la sentenza n. 3977 del 19 febbraio 2014 della Cassazione, sezione Lavoro, dispone che «al tempo impiegato dal lavoratore per indossare gli abiti da lavoro (tempo estraneo a quello destinato alla prestazione lavorativa finale) deve corrispondere una retribuzione aggiuntiva».

La Cassazione aveva, del resto, già affermato con sentenza n. 3763 del 14 aprile 1998, che il tempo di cambio rientrava nell’orario di lavoro «ove tale operazione sia eterodiretta dal datore di lavoro, che ne disciplina il tempo e il luogo di esecuzione».

Ciò detto, risulta che il tempo di cambio è orario di lavoro effettivo, poiché siamo obbligati a lavorare con le divise messe a disposizione dall’Azienda sanitaria locale e a cambiarci nei locali preposti dalla stessa, ed è pertanto corretto e legittimo timbrare l’entrata in servizio esattamente in orario e cambiarsi solo successivamente, anche perchè rientrando il tempo di cambio nell’orario di lavoro non è possibile anticipare quest’ultimo, anticipo che può legittimamente non essere riconosciuto.

Ci si cambia quindi quando si è in servizio effettivo, poiché tale atto dovuto rientra nell’arco dell’attività lavorativa, né ci si può cambiare prima della fine poiché si è ancora a disposizione del datore di lavoro.

Pertanto, nel nostro caso, quando timbriamo la fine del servizio, il tempo eccedente, dalla fine effettiva del turno stabilito dall’ordine di servizio, risulterà dalla somma del tempo di cambio del collega che monta al nostro posto, del tempo per dargli le “consegne” e del nostro tempo di cambio a chiusura del turno, e dovrà peraltro rientrare nel tetto massimo consentito dalla legge n. 161.

Resta aperto il quesito se tutto questo tempo sia effettiva “flessibilità oraria” poiché questa durata (non poca, se provate a sommare tutti questi minuti nell’arco dell’anno) riguarda attività lavorative comandate, obbligatorie, permanenti e inderogabili, ben diverso dal superamento dell’orario di servizio per sopraggiunte emergenze o per chiusura di verbali o dimissioni che rientrano invece effettivamente in una “flessibilità” oraria del dirigente relativa al protrarsi del lavoro già in essere.

A titolo esemplificativo, per quanto riguarda il Comparto (che non ha flessibilità oraria), nel 2013 la Azienda sanitaria locale di Pescara ha dovuto riconoscere a 131 infermieri in circa 20 minuti da retribuire il tempo per vestizione, svestizione e tempo di consegne, mentre nel 2014 il tribunale di Pisa ha riconosciuto ai ricorrenti dell’Azienda universitaria ospedaliera Pisana un «tempo per cambio divisa» quantificato in 18 minuti (9 in entrata e 9 in uscita).

MIRKO SCHIPILLITI Settore Anaao giovani -Regione Veneto 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

17 gennaio 2017

LISTE D'ATTESA, per ridurle vanno assunti i giovani medici. La proposta fa discutere. Domenico Montemurro (Responsabile Nazionale AG) su DOCTORNEWS

«Ritengo che non sia questa la strada più giusta da seguire anche e soprattutto in considerazione del fatto che tra i medici cresce a dismisura la percentuale di donne e, questa soluzione, mal si concilierebbe con, ad esempio, le dinamiche famigliari delle colleghe.

13 gennaio 2017

Ospedale Nola. Caro De Luca tuteli il personale e non c’inondi di diktat demagogici - Lettera di Pierino Di Silverio, Direttivo Nazionale Anaao Giovani - QUOTIDIANO SANITA'

Lettera aperta al Governatore della Regione Campania Onorevole di Anaao Giovani. “In una regione in cui solo il 16.9% dei cittadini campani è soddisfatto dell’offerta sanitaria, in una regione in cui una famiglia su due decide di non curarsi, in una regione in cui più del 30% dei giovani medici fuggono, costretti dall’assenza di lavoro, il bisogno maggiore della popolazione e dei professionisti è quello di sentirsi tutelati”.

12 gennaio 2017

La sanità italiana è sempre più un terreno minato. Lettera di Domenico Montemurro (Responsabile Naz. Anaao Giovani) al Direttore di QUOTIDIANO SANITA'

Un Paese che per storia e cultura ha accolto tutti e che adesso "caccia" i giovani all'estero, punisce chi ci lavora, demotiva per meglio controllare, precarizza il capitale umano, fa solo del male a se stesso!

11 gennaio 2017

Ospedale Nola, i medici contro De Luca: "Programmazione sbagliata, cercano capri espiatori" - Maurizio Cappiello, Consigliere Nazionale Anaao Giovani su Agenzia FUORITUTTO

“Il problema è sempre lo stesso: tagli ai posti letto, assistenza territoriale inesistente e surplus di ricoveri dopo le feste natalizie, come ovunque del resto. Ergo capacità recettiva insufficiente”

10 gennaio 2017

Giovane, donna e medico, tra mobbing e poca carriera - L'indagine Anaao su LA REPUBBLICA.IT

L’80% dei camici bianchi di sesso femminile afferma di essere stata svantaggiata rispetto ai colleghi uomini, per il 55,6% l’aver avuto figli ha influenzato il percorso professionale, il 38% ha ricevuto avances. Le difficoltà maggiori per le under 31. I risultati dell’indagine svolta dal Settore Anaao Giovani.

09 gennaio 2017

Giovani medici in corsia per tagliare le liste di attesa - Intervista a Domenico Montemurro, Responsabile Nazionale Anaao Giovani su RADIO CUSANO CAMPUS

10 gennaio 2017

Progetto Piemonte: le perplessità di Anaao Giovani - Comunicato stampa

Anaao Giovani osserva con attenzione il progetto della Regione Piemonte, che prevederebbe l’utilizzo di giovani medici neospecialisti negli “ambulatori territoriali” del Ssn, per lo smaltimento progressivo delle liste di attesa. Emergono tuttavia alcune perplessità inerenti il ruolo che i suddetti medici dovrebbero rivestire, il loro inquadramento professionale, la conseguenza che tale inserimento avrebbe sulle dotazioni organiche ospedaliere e l’assenza contestuale di un piano di assunzioni.

leggi il comunicato stampa

il comunicato stampa è stato ripreso da:
ANSA
ADNKRONOS SALUTE
AGENPARL
INSALUTENEWS
LA VOCE

PANORAMA DELLA SANITA’
QUOTIDIANO SANITA’
SANITA’24
leggi la rassegna

Anaao ti tutela
Pronto soccorso medico-legale e assicurativo
Medici in pensione
Informazioni parlamentari
Banca dati normativa in sanita
Anaao Card
Anaao ti assiste
Assistenza legale
Assistenza fiscale
Anaao ti assicura
Copertura tutela legale gratuita
Polizza responsabilità civile professionale "colpa grave"
Polizza unica
Copertura contagio ospedaliero
Servizio Doctor Help Desk
Anaao ti informa
Newsletter
Iniziativa Ospedaliera
Dirigenza medica
Editoria
Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it
segreteria.nazionale@anaao.postecert.it
Dipartimento Amministrativo
Via Scarlatti, 27 - 20124 MILANO
Telefono 026694767 - Fax 0266982507
segr.naz.milano@anaao.it
segr.naz.milano@anaao.postecert.it
Dipartimento Organizzativo
Via Sant'Aspreno, 13 - 80132 NAPOLI
Telefono 0817649624 - Fax 0817640715
segr.naz.napoli@anaao.it
segr.naz.napoli@anaao.postecert.it
Ufficio stampa
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
ufficiostampa@anaao.it
Coordinamento servizi agli Associati
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
servizi@anaao.it