Ministero della Salute - direttiva prot. n. 2013/sst/86

Proroga dei contratti di lavoro a tempo determinato

Proroga fino al 31 dicembre 2016 di tutti i contratti di lavoro a termine nella sanità. Lo prevede la direttiva che il sottosegretario alla salute, Paolo Fadda, ha inviato alle regioni allo scopo di mantenere l'erogazione dei livelli essenziali di assistenza messi in pericolo dal blocco delle assunzioni ed in attesa che vengano emanati i decreti per la stabilizzazione dei precari in scadenza.

Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali - nota prot. n. 20791/2013

Formazione necessaria per il lavoratore trasferito

Il Ministero del Lavoro, con la nota protocollo 27.11.2013 n. 37/20791, esclude l’obbligo di nuova formazione ai fini della sicurezza ex D.Lgs. 81/2008 in caso di trasferimento del lavoratore da un reparto all’altro nell'ambito della stessa azienda. Il lavoratore deve mantenere la medesima qualifica. L’obbligo del datore di lavoro di assicurare che ciascun addetto riceva una formazione sufficiente e adeguata in materia di salute e sicurezza ovvero l’addestramento riferito alla specifica mansione sussiste nel momento in cui si verifichi una sostanziale variazione dei rischi a cui potenzialmente potrebbe essere esposto il lavoratore in relazione a una nuova collocazione aziendale. La valutazione circa la necessità d'integrare la formazione del lavoratore ha come parametro la mansione svolta e l’eventualità di aggiornamenti formativi anche in base alle previsioni del documento di valutazione dei rischi.

Funzione Pubblica - circolare n. 5/2013
Indirizzi volti a favorire il superamento del precariato

Funzione Pubblica - circolare 20 novembre 2013

Limiti massimi di permanenza in servizio della dirigenza medica e del ruolo sanitario del Ssn.

CIPE - delibera n. 79/2013
Fondo sanitario nazionale 2012 - Ripartizione tra le regioni della quota destinata al finanziamento del Fondo per l'esclusività del rapporto del personale dirigente del ruolo sanitario.
Funzione Pubblica - nota prot. n. 41876/2013
Nella Pa pensione senza deroghe

Stop al rinvio della pensione per restare in servizio fino a 70 anni. Gli impiegati pubblici che hanno maturato un qualsiasi diritto a pensione entro l'anno 2011 infatti «devono» essere licenziati dalla p.a. Lo afferma la Funzione pubblica nella nota prot. n. 41876/2013, spiegando che il dl n. 101/2013 ha restituito validità alla circolare n. 2/2012 annullata dal Tar Lazio. I lavoratori che hanno maturato il diritto alla pensione pertanto devono mettersi a riposo, non avendo più la facoltà di chiedere la permanenza in servizio fino al limite ordinamentale.

CIPE - delibera n. 65/2013
Fondo sanitario nazionale 2012 - Ripartizione delle disponibilità finanziarie complessive tra le regioni e le provincie autonome di Trento e Bolzano - Modifica della delibera n. 141/2012 (Tabella A, mobilità sanitaria interregionale).
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - interpello n. 25/2013
Fruizione del congedo parentale su base oraria

Il Ministero del Lavoro, con la risposta ad Interpello n. 25 del 22 luglio 2013, specifica che "non vi sono motivi ostativi ad una interpretazione in virtu' della quale i contratti collettivi abilitati a disciplinare le “modalita' di fruizione del congedo parentale di cui al comma 1 [dell’art. 32, d.lgs. 151/2001] su base oraria, nonche' i criteri di calcolo della base oraria e l’equiparazione di un determinato monte ore alla singola giornata lavorativa” possano essere anche i contratti collettivi di secondo livello".

CIVIT - delibera n. 58/2013

Parere sull'nterpretazione e sull'applicazione del d.lgs. n. 39/2013 nel settore sanitario

INPS - messaggio n. 11243/2013

Rideterminazione degli importi di pensione e restituzione del contributo di perequazione

Con il messaggio INPS 11243 del 11/7/2013  si precisa che a partire dalla busta di LUGLIO 2013 verrà sospeso il prelievo - nella busta di AGOSTO 2013 verrà restituito il contributo prelevato nel 2013. Con successivo messaggio saranno comunicate le modalità di restituzione delle trattenute operate a titolo di contributo di perequazione per gli anni 2011 e 2012.

INPS - messaggio n. 10065/2013
Sentenza Corte Costituzionale n. 223/2012 - art. 1, c. 98 -101, L. n. 228/ 2012 di ricezione del d.l. n. 185/2012 - Richiesta restituzione trattenute. Ulteriori chiarimenti.

L’Inps ha fornito ulteriori chiarimenti in merito alle numerose richieste pervenute di interruzione e di restituzione, anche da parte di personale in regime di Tfr, della trattenuta previdenziale obbligatoria nella misura del 2.50% della retribuzione contributiva utile ai fini del Tfs.

INPS - circolare n. 71/2013

Nuove modalità di presentazione delle istanze per la totalizzazione estera, per la totalizzazione dei periodi assicurativi, per l’accesso ai benefici relativi allo svolgimento di lavori particolarmente faticosi e pesanti (c.d. lavori usuranti), per la doppia annualità, per la revoca e annullamento della domanda di pensione.

INPS - circolare n. 48/2013
Diritto della madre lavoratrice alla corresponsione di voucher per l'acquisto di servizi di baby-sitting, ovvero per far fronte agli oneri della rete pubblica dei servizi per l'infanzia o dei servizi privati accreditati.

L'INPS, con la circolare n. 48 del 28 marzo 2013, fornisce le istruzioni operative in merito modalità per richiedere l'erogazione dei benefici e dei voucher previsti dalla Legge n. 92 del 28 giugno 2012 nell'ambito degli interventi volti a favorire l'inclusione delle donne nel mercato del lavoro e il sostegno alla genitorialità, attraverso l'introduzione di misure orientate a migliorare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e la condivisione dei compiti di cura dei figli. La legge 92/2012, in particolare, ha introdotto - all'art. 4, comma 24, lett. b) - in via sperimentale per il triennio 2013-2015, la possibilità per la madre lavoratrice di richiedere, al termine del congedo di maternità, e in alternativa al congedo parentale, voucher per l'acquisto di servizi di baby-sitting, ovvero un contributo per fare fronte agli oneri della rete pubblica dei servizi per l'infanzia o dei servizi privati accreditati, da utilizzare negli undici mesi successivi al congedo obbligatorio, per un massimo di sei mesi.

Aran - prot. 2937 del 21 marzo 2013
CCNQ per la disciplina di alcuni istituti riguardanti il contrattato a tempo determinato
INPS - circolare n. 40/2013
Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita: diritto del padre al congedo obbligatorio e al congedo facoltativo, alternativo al congedo di maternità della madre.

Il comma 24 lett. a) dell'art. 4 della L. n. 92/2012 istituisce per il padre, lavoratore dipendente, un congedo obbligatorio (un giorno) e un congedo facoltativo, alternativo al congedo di maternità della madre (due giorni), d'ora innanzi denominato “congedo facoltativo”. Con decreto del 22 dicembre 2012, pubblicato nella G.U. del 13 febbraio 2013, n. 37, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, ha definito i criteri di accesso e modalità di utilizzo dei congedi. L'INPS, con la Circolare n. 40 del 14 marzo 2013, fornisce le relative istruzioni applicative.

Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome - 13 marzo 2013
Criteri generali per il conferimento degli incarichi di direzione di struttura complessa per la dirigenza medica–sanitaria nelle aziende del Ssn.
Ragioneria Generale dello Stato - circolare n. 12/2013
Attività di riscontro dei Collegi sindacali - vigilanza sull'osservanza delle disposizioni di legge.

La circolare fornisce indicazioni ai collegi sindacali degli enti del servizio sanitario nazionale in merito alla vigilanza sull'osservanza delle norme di contenimento della spesa pubblica di cui al decreto legge 6 luglio 2012, n. 95 e di quanto stabilito dal decreto del Ministro dell'economia e delle finanze 25 giugno 2012, concernente le modalità di certificazione del credito.

Presidenza del Consiglio dei Ministri - 21 febbraio 2013

Accordo tra Governo, Regioni e Province autonome concernente l'approvazione dello schema tipo di convenzione tra professionista e azienda di appartenenza per la sperimentazione dello svolgimento dell'ALPI presso lo studio privato del professionista

Il Documento, sul quale le Regioni hanno espresso parere favorevole ma condizionato, è stato approvato dalla Conferenza Stato Regioni del 13 marzo.

Ministero della Salute - raccomandazione 15 febbraio 2013

L'errata attribuzione del codice triage può determinare evento sentinella che richiede la messa in atto di misure di prevenzione e protezione.

Il triage, secondo quanto riportato nell'Atto di Intesa Stato Regioni del 17/5/96, è “ il primo momento di accoglienza e valutazione di pazienti in base a criteri definiti che consentano di stabilire la priorità di intervento”. I pazienti a cui è stato assegnato, da parte del personale addetto all'attività di triage, un codice di priorità di accesso sottostimato rispetto alla condizione clinica e al rischio evolutivo, possono andare incontro a morte o subire un danno severo a causa del mancato o ritardato intervento medico ovvero dell'invio del paziente ad un percorso diagnostico-terapeutico inappropriato. La Raccomandazione elaborata dal Ministero vuole incoraggiare l'adozione di appropriate misure organizzative, formative e assistenziali per prevenire l'insorgenza di eventi avversi o minimizzare gli effetti conseguenti a una non corretta identificazione del grado di criticità e complessità dell'evento segnalato alla Centrale Operativa 118 e ad una non corretta attribuzione del codice triage da parte dall'équipe di soccorso 118 e/o in Pronto Soccorso.

Conferenza Stato Regioni - accordo 7 febbraio 2013
Accordo, ai sensi dell'art. 4, d.lgs. n. 281/1997, tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano concernente la definizione delle attività delle professioni sanitarie del Ssn.
Conferenza Stato-Regioni - 7 febbraio 2013
Modifiche al documento 10.02.2011: “interpretazione delle disposizioni della L. 122/2010, in materia di contenimento spese di personale delle A.P. per i dipendenti delle regioni e province autonome e Ssn”.

La Conferenza delle Regioni, nella riunione del 7 febbraio 2013, ha approvato alcune “modifiche” al Documento del 10 febbraio 2011 (integrato il 13 ottobre 2011) relativo alla “interpretazione delle disposizioni del Decreto Legge 31 maggio 2010, n. 78, in materia di contenimento delle spese di personale delle amministrazioni pubbliche per i dipendenti delle regioni e delle province autonome e del servizio sanitario nazionale, convertito nella legge 30 luglio 2010, n. 122”.

Ministero dell'Economia e delle Finanze - circolare n. 2/2013
Enti ed organismi pubblici - bilancio di previsione per l’esercizio 2013.
Funzione Pubblica - circolare n. 1/2013
Legge n. 190 del 2012 - Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione.
Funzione Pubblica - nota del 15 gennaio 2013
Congedo straordinario retribuito ex art. 42, commi 5 e ss., d.lgs. 151/2001.
INPS - messaggio n. 717/2013
Limiti reddituali per la liquidazione delle pensioni di inabilità civili.
Funzione Pubblica - nota n. 1/2013
Restituzione del rimborso delle trattenute operate ai sensi del D.L. 78/2012.
Anaao ti tutela
Pronto soccorso medico-legale e assicurativo
Medici in pensione
Informazioni parlamentari
Banca dati normativa in sanita
Anaao Card
Anaao ti assiste
Assistenza legale
Assistenza fiscale
Anaao ti assicura
Copertura tutela legale gratuita
Polizza responsabilità civile professionale "colpa grave"
Polizza unica
Copertura contagio ospedaliero
Servizio Doctor Help Desk
Anaao ti informa
Newsletter
Iniziativa Ospedaliera
Dirigenza medica
Editoria
Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it
segreteria.nazionale@anaao.postecert.it
Dipartimento Amministrativo
Via Scarlatti, 27 - 20124 MILANO
Telefono 026694767 - Fax 0266982507
segr.naz.milano@anaao.it
segr.naz.milano@anaao.postecert.it
Dipartimento Organizzativo
Via Sant'Aspreno, 13 - 80132 NAPOLI
Telefono 0817649624 - Fax 0817640715
segr.naz.napoli@anaao.it
segr.naz.napoli@anaao.postecert.it
Ufficio stampa
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
ufficiostampa@anaao.it
Coordinamento servizi agli Associati
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
servizi@anaao.it