Corte di Giustizia della Comunita' Europea - cause riunite C229/11 e C230/11
Ferie: non e’ derogabile l’art. 7 della direttiva 2003/88 CE

La Corte di Giustizia della Comunità Europea con la sentenza pronunziata in data 8 novembre 2012 nelle cause riunite C 229/11 e C 230/11, ha ritenuto conforme ai principi del diritto comunitario il «piano sociale» concordato tra l’impresa e il suo comitato aziendale che, in applicazione del principio del “pro rata temporis”, aveva previsto una riduzione del diritto alle ferie annuali retribuite commisurata alla riduzione dell’orario di lavoro dei dipendenti convenuta nel piano per l’intero periodo di durata dello stesso.Secondo la V Sezione della Corte di Giustizia i principi comunitari “devono essere interpretati nel senso che non ostano a legislazioni o prassi nazionali, come un piano sociale concordato tra un’impresa e il suo comitato aziendale, in base alle quali il diritto alle ferie annuali retribuite di un lavoratore a tempo ridotto è calcolato secondo il principio del pro rata temporis”.Viene, infatti, chiarito che la posizione di un lavoratore il cui orario di lavoro venga ridotto nel quadro di un piano anti-crisi, pattuito d’accordo tra datore di lavoro e OO.SS., e' piu' vicina – e può essere assimilata – a quella di un lavoratore a tempo parziale piuttosto che a quella di un lavoratore che non possa rendere la prestazione lavorativa perche' in malattia.Si osserva, in particolare, che, a differenza di un lavoratore malato, soggetto a disagi fisici o psichici provocati dalla sua malattia, il lavoratore il cui orario di lavoro sia stato ridotto sulla base di un accordo sociale puo' utilizzare il tempo che gli resta a disposizione per riposarsi o dedicarsi ad attivita' rilassanti e ricreative.Ed ancora si osserva che se il datore di lavoro fosse obbligato a farsi carico delle ferie annuali retribuite anche per la durata del periodo di riduzione dell’orario di lavoro, cio' rischierebbe di comportare una resistenza da parte sua alla conclusione di un piano sociale che persegue principalmente ragioni sociali e, quindi, d’interesse dei lavoratori.In definitiva la condizione “temporaneamente a tempo parziale” dei lavoratori coinvolti dal piano anti crisi fa sì che la diminuzione del diritto alle ferie annuali sia giustificata da ragioni obiettive.

Anaao ti tutela
Pronto soccorso medico-legale e assicurativo
Medici in pensione
Informazioni parlamentari
Banca dati normativa in sanita
Anaao Card
Anaao ti assiste
Assistenza legale
Assistenza fiscale
Anaao ti assicura
Copertura tutela legale gratuita
Polizza responsabilità civile professionale "colpa grave"
Polizza unica
Copertura contagio ospedaliero
Servizio Doctor Help Desk
Anaao ti informa
Newsletter
Iniziativa Ospedaliera
Dirigenza medica
Editoria
Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it
segreteria.nazionale@anaao.postecert.it
Dipartimento Amministrativo
Via Scarlatti, 27 - 20124 MILANO
Telefono 026694767 - Fax 0266982507
segr.naz.milano@anaao.it
segr.naz.milano@anaao.postecert.it
Dipartimento Organizzativo
Via Sant'Aspreno, 13 - 80132 NAPOLI
Telefono 0817649624 - Fax 0817640715
segr.naz.napoli@anaao.it
segr.naz.napoli@anaao.postecert.it
Ufficio stampa
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
ufficiostampa@anaao.it
Coordinamento servizi agli Associati
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
servizi@anaao.it