Corte dei Conti - Sezione Centrale - Sentenza n. 51/2005
L'Erario non può rivalersi sui comportamenti illeciti del direttore degli ospedali ebraici.

Gli ospedali ebraici sono istituti privati, anche se ricevono soldi pubblici attraverso convenzioni. Eventuali distrazioni o danni patrimoniali non intaccano le casse dello Stato, quindi non vanno rimborsati all'Erario.

scarica il testo della sentenza

Corte dei Conti - Terza Sezione centrale - Sentenza n. 623/2005
Danni da mobbing.Rivalsa della PA.

Mobbing negli enti pubblici:l'Amministrazione ha la possibilità di rivalersi sul funzionario e costringerlo a pagare i danni.”Una volta che il giudice civile abbia legittimamente imposto il risarcimento di un qualunque tipo di danno è evidente che ciò determina una diminuzione patrimoniale delle risorse finanziarie dell'amministrazione interessata e non può che tradursi in un danno erariale”. Il riconoscimento da parte dell'amministrazione pubblica di una “tutela” del lavoratore e quindi un rimborso “deve avere diretti riflessi economici sul patrimonio del funzionario protagonista di un comportamento illecito”.

scarica il testo della sentenza

Corte dei Conti - Terza Sezione d'Appello - Sentenza n. 502/2005
Il Direttore Generale deve esercitare la propria attività in maniera esclusiva.

Il direttore generale deve esercitare la propria attività in maniera esclusiva. Dalla legge 502/1992 e dalla 229/1999 emerge che il manager deve lavorare a tempo pieno per l'azienda sanitaria locale evitando “incarichi particolarmente impegnativi e assorbenti e dunque fra loro incompatibili tali da non consentire materialmente di assicurare ad entrambi i lavori tutto il tempo necessario”. Ne deriva un danno erariale dovuto al fatto che le competenze liquidate dalla P.A. erano eccedenti rispetto alla effettiva prestazione lavorativa resa.

scarica il testo della sentenza

Corte dei Conti - Terza Sezione Centrale d'Appello - Sentenza n. 306/2005
Avanzamenti di carriera.

L'attribuzione di mansioni superiori a quelle corrispondenti alla qualifica rivestita è ammissibile in linea di principio per “comprovate e imprescindibili” esigenze di servizio, ricorrendone le oggettive condizioni che vi sia il posto in organico e il dipendente possa e debba svolgere tali mansioni; ma in mancanza di questi presupposti l'amministratore è colpevole per aver consentito ad un ingiusto aumento di stipendio.

scarica il testo della sentenza

Corte dei Conti - Sezione giurisdizionale della Calabria - Sentenza n. 141/2005
Il medico consulente risponde all'Erario.

Il medico libero- professionista legato alla asl da un rapporto di consulenza, è tenuto a risarcire l'Erario, se ha omesso indagini e accertamenti per scongiurare un decesso.

Anaao ti tutela
Pronto soccorso medico-legale e assicurativo
Medici in pensione
Informazioni parlamentari
Banca dati normativa in sanita
Anaao Card
Anaao ti assiste
Assistenza legale
Assistenza fiscale
Anaao ti assicura
Copertura tutela legale gratuita
Polizza responsabilità civile professionale "colpa grave"
Polizza unica
Copertura contagio ospedaliero
Servizio Doctor Help Desk
Anaao ti informa
Newsletter
Iniziativa Ospedaliera
Dirigenza medica
Editoria
Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it
segreteria.nazionale@anaao.postecert.it
Dipartimento Amministrativo
Via Scarlatti, 27 - 20124 MILANO
Telefono 026694767 - Fax 0266982507
segr.naz.milano@anaao.it
segr.naz.milano@anaao.postecert.it
Dipartimento Organizzativo
Via Sant'Aspreno, 13 - 80132 NAPOLI
Telefono 0817649624 - Fax 0817640715
segr.naz.napoli@anaao.it
segr.naz.napoli@anaao.postecert.it
Ufficio stampa
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
ufficiostampa@anaao.it
Coordinamento servizi agli Associati
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
servizi@anaao.it