Corte di Giustizia delle Comunità Europee - direttiva 2000/78/CE
Parità di trattamento in materia di occupazione e di condizioni di lavoro

Direttiva del Consiglio che stabilisce un quadro generale per la parità di trattamento in materia di occupazione e di condizioni di lavoro.

Scarica il testo della direttiva


 
 
Corte di Giustizia delle Comunità Europee - sentenza alla causa C-371/1997 del 3 ottobre 2000
Contrattisti titolari di assegno di perfezionamento post-universitario

L'art. 2 n. 1, lett. c), nonché il punto 1 dell'allegato della direttiva del Consiglio Cee 16 giugno 1975 n. 363, concernente il coordinamento delle disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative per le attività di medico (come modificata dalla direttiva del Consiglio Cee 16 gennaio 1982 n. 76, che modifica la direttiva del Consiglio Cee 16 giugno 1975 n. 362 concernente il reciproco riconoscimento dei diplomi, certificati ed altri titoli di medico e comportante misure destinate ad agevolare l'esercizio effettivo del diritto di stabilimento e di libera prestazione dei servizi), nonché la menzionata direttiva n. 363 del 1975 e l'art. 3 n. 2 nonché il punto 2 dell'allegato della medesima direttiva n. 363 (come modificata dalla direttiva n. 76 del 1982) devono essere interpretati come segue: a) l'obbligo di retribuire in maniera adeguata i periodi di formazione tanto a tempo pieno quanto a tempo parziale dei medici specialisti si impone unicamente per le specializzazioni mediche comuni a tutti gli stati membri o a due o più di essi e menzionate agli art. 5 o 7 della direttiva n. 362/ del 1975; b) tale obbligo impone solo le condizioni di formazione a tempo pieno di cui al punto 1 dell'allegato della direttiva n. 363 del 1975, o quelle della formazione a tempo ridotto di cui al punto 2 dell'allegato della medesima direttiva n. 363 (come modificata dalla direttiva n. 76 del 1982); c) tale obbligo è incondizionato e sufficientemente preciso nella parte in cui richiede - affinché un medico specialista possa avvalersi del sistema di reciproco riconoscimento istituito dalla direttiva n. 362 del 1975 - che la sua formazione si svolga a tempo pieno o a tempo ridotto e sia retribuita; d) il detto obbligo tuttavia non consente di per sé al giudice nazionale di identificare il debitore tenuto a versare la remunerazione adeguata né di individuare l'importo della stessa; mentre si ribadisce il principio generale in base al quale il giudice è tenuto, quando applica disposizioni di diritto nazionale precedenti o successive ad una direttiva, ad interpretarle, quanto più possibile, alla luce della lettera e dello scopo della direttiva stessa.

Scarica il testo della sentenza

Anaao ti tutela
Pronto soccorso medico-legale e assicurativo
Medici in pensione
Informazioni parlamentari
Banca dati normativa in sanita
Anaao Card
Anaao ti assiste
Assistenza legale
Assistenza fiscale
Anaao ti assicura
Copertura tutela legale gratuita
Polizza responsabilità civile professionale "colpa grave"
Polizza unica
Copertura contagio ospedaliero
Servizio Doctor Help Desk
Anaao ti informa
Newsletter
Iniziativa Ospedaliera
Dirigenza medica
Editoria
Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it
segreteria.nazionale@anaao.postecert.it
Dipartimento Amministrativo
Via Scarlatti, 27 - 20124 MILANO
Telefono 026694767 - Fax 0266982507
segr.naz.milano@anaao.it
segr.naz.milano@anaao.postecert.it
Dipartimento Organizzativo
Via Sant'Aspreno, 13 - 80132 NAPOLI
Telefono 0817649624 - Fax 0817640715
segr.naz.napoli@anaao.it
segr.naz.napoli@anaao.postecert.it
Ufficio stampa
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
ufficiostampa@anaao.it
Coordinamento servizi agli Associati
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
servizi@anaao.it