Corte di Cassazione - IV sezione Penale - sentenza n. 20270/2019

Infermieri e medici correi se la somministrazione del farmaco è sbagliata

L’infermiere che somministra un farmaco e si rende conto che il dosaggio è sbagliato non può eseguire pedissequamente ciò che è scritto sulla ricetta, ma deve interpellare il medico. Quest'ultimo tuttavia non può essere uno specializzando non in possesso di tutte le informazioni necessarie a comprendere e in caso correggere l’errore, ma deve essere un medico strutturato del reparto interessato. A indicarlo è la Corte di Cassazione che ha annullato la sentenza della Corte di Appello a cui l’ha rinviata in altra composizione per rivedere alla luce di una serie di principi giurisprudenziali  le pene inflitte agli imputati.

Corte di Cassazione - IV sezione Penale - sentenza n. 19387/2019

Colpa medica: la Cassazione sulla distinzione tra imperizia e imprudenza

Negligenza e imperizia sono due cose diverse e i giudici devono verificare se la condotta colposa del sanitario rientri nella disciplina più favorevole introdotta dal decreto Balduzzi, proprio in riferimento ai casi di colpa lieve per negligenza o imprudenza, secondo le indicazioni offerte dalle Sezioni Unite o nell’ambito della legge 24/2017 (legge Gelli-Bianco). Lo ha stabilito la Cassazione, quarta sezione penale, con la sentenza 19387/2019 pronunciandosi sul ricorso di un medico condannato per lesioni colpose.

Corte di Cassazione - III sezione Penale - sentenza n. 18864/2019

Cassazione cancella assoluzione di ginecologo che aveva stimolato sessualmente le pazienti senza consenso informato

Assoluzione (della Corte di Appello) annullata dalla Corte di Cassazione (sentenza 18864/2019 della terza sezione penale) per un ginecologo accusato di violenza sessuale nei confronti di tre pazienti per atti compiuti senza consenso informato che hanno portato alla stimolazione sessuale delle donne.

Corte di Cassazione - IV sezione Penale - sentenza n. 11674/2019

Nei giudizi di responsabilità medica la probabilità statistica non è sufficiente ma serve un giudizio di elevata probabilità logica

Non basta la statistica a dimostrare il nesso tra omissione ed evento per condannare un medico, serve un giudizio di “elevata probabilità logica” fondato sia su un ragionamento deduttivo basato sulle generalizzazioni scientifiche, sia su un giudizio induttivo sul ruolo salvifico della condotta omessa. Giudizio che deve tenere conto della caratterizzazione del fatto storico e delle particolarità del caso concreto.

Corte di Cassazione - V sezione Penale - sentenza n. 14681/2019

Medico in quiescienza che opera in sostituzione siglando le ricette. È falso ideologico

Secondo gli arresti della giurisprudenza di legittimità tale condotta integra il reato di falso ideologico in atto pubblico commesso da privato ex artt. 479 - 482 c.p., poiché in tal modo si ingenera la falsa rappresentazione della riconducibilità al medico convenzionato delle visite e delle conseguenti prescrizioni.

Corte di Cassazione - IV sezione Penale - sentenza n. 8086/2019

Colpa medica per chi prescrive farmaci vietati dalla legge

Omicidio colposo per il medico che prescrive una sostanza altamente tossica a una propria paziente che invece di farla dimagrire ne provoca il decesso.

Corte di Cassazione - IV sezione Penale - sentenza n. 8115/2019

“Non punibilità” secondo la legge 24/2017: quando il medico può beneficiarne

La Corte di Cassazione chiarisce nella sentenza 8115/2019 quando il medico può beneficiare della causa di non punibilità ex art. 590-sexies c.p. e quando invece questa non si applica. E boccia la decisione più sfavorevole adottata da una Corte di Appello.

Corte di Cassazione - VI sezione Penale - sentenza n. 8060/2019

Medici, la corruzione sbarra la strada anche alla professione privata

La Cassazione, con la sentenza 8060, ha confermato il divieto di esercitare l'attività professionale privata per l’ex responsabile del Centro di Chirurgia Ricostruttiva dell'Ospedale IRCSS Galeazzi di Milano. Il medico era già stato sospeso dagli incarichi pubblici perché coinvolto, insieme ad altri professionisti, in un processo per corruzione nella sanità lombarda. Il sistema era volto a promuovere e favorire l'acquisto di prodotti sanitari ortopedici da parte di strutture pubbliche, avvalendosi dei diversi incarichi rivestiti dall'imputato.

Corte di Cassazione - IV sezione Penale - sentenza n. 5829/2019

Responsabilità sanitaria: se c’è l’assoluzione per colpa lieve scatta anche quella sugli effetti civili

Per la Cassazione (sentenza 5829/2019), se la sentenza assolve gli imputati indicando solo il lieve grado di colpa accertato in giudizio, deve ritenersi applicata ultrattivamente e in bonam partem la legge Balduzzi e anche gli effetti civili decadono.

Corte di Cassazione - IV sezione Penale - sentenza n. 3206/2019

Esclusa la colpa lieve prevista dalla Balduzzi per il pediatra ingiustamente “attendista”

Il pediatra non può rinviare la visita domiciliare e una volta effettuata non riconoscere la presenza di una violenta infezione in atto, omettendo di indirizzare la famiglia del bambino a un controllo presso il pronto soccorso per esami strumentali e di laboratorio.

Corte di Cassazione - IV sezione Penale - sentenza n. 412/2019

Errore medico: va sempre considerata la distinzione tra colpa lieve e colpa grave

L'accertamento del grado di colpa del sanitario e la conformità del suo comportamento alle linee guida costituiscono aspetti di primo piano nell'ambito dei giudizi di responsabilità medica.
La sentenza 412/2019 ha ricordato che, secondo il diritto vivente, è ancora attuale e valida la distinzione tra colpa lieve e colpa grave per imperizia nell'ambito della fase esecutiva delle raccomandazioni contenute nelle linee guida adeguate al caso di specie.
 

Anaao ti tutela
Pronto soccorso medico-legale e assicurativo
Medici in pensione
Informazioni parlamentari
Banca dati normativa in sanita
Anaao Card
Anaao ti assiste
Assistenza legale
Assistenza fiscale
Anaao ti assicura
Copertura tutela legale gratuita
Polizza responsabilità civile professionale "colpa grave"
Polizza unica
Copertura contagio ospedaliero
Servizio Doctor Help Desk
Anaao ti informa
Newsletter
Iniziativa Ospedaliera
Dirigenza medica
Editoria
Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it
segreteria.nazionale@anaao.postecert.it
Dipartimento Amministrativo
Via Scarlatti, 27 - 20124 MILANO
Telefono 026694767 - Fax 0266982507
segr.naz.milano@anaao.it
segr.naz.milano@anaao.postecert.it
Dipartimento Organizzativo
Via Sant'Aspreno, 13 - 80132 NAPOLI
Telefono 0817649624 - Fax 0817640715
segr.naz.napoli@anaao.it
segr.naz.napoli@anaao.postecert.it
Ufficio stampa
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
ufficiostampa@anaao.it
Coordinamento servizi agli Associati
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
servizi@anaao.it