Dal 2013 il numero dei contratti per la formazione specialistica è inferiore rispetto a quello dei medici laureati ed abilitati ed anche a quello del fabbisogno espresso dalle Regioni. I neo laureati esclusi ritentano il concorso negli anni successivi, realizzandosi così un aumento progressivo sia del numero di candidati che di esclusi dalla formazione specialistica che entrano in un imbuto formativo che si sta progressivamente allargando. Ma una soluzione c’è: più borse, più concorsi e no ad aumento di posti per Medicina.

Una fuga dalla sanità pubblica che rischia di costare ai pazienti almeno un miliardo di euro in più l’anno. La denuncia dell'Anaao Assomed e il commento del Segretario Nazionale.

Experts say that the shortfall of doctors has been fuelled by poorly conceived policies for health worker recruitment dating back 10 years. Intervista al Segretario Nazionale Anaao Assomed

Cosa propone Anaao Assomed? "La ricostruzione della dignità economica dei medici e dirigenti sanitari pubblici è la chiave per tentare di salvare il SSN. Occorre migliorare i livelli retributivi oramai non competitivi con il resto d'Europa e ridurre turni disagiati, notturni e festivi, e reperibilità".

Commenta così il Segretario dell'Anaao le dichiarazioni del Ministro rilasciate nell'audizione presso la Commissione parlamentare per l’attuazione del federalismo fiscale.

Pollice verso dell'Anaao Assomed sull'intenzione del Miur di ampliare gli accessi a Medicina. Carlo Palermo: «Inutile e anti-economico, perché tra 12 anni così rischieremo la pletora e i medici laureati e specializzati andranno all'estero».

Tra Manovra, Dl Semplificazioni e Decretone in solo tre mesi si è assistito ad un balletto di norme certamente degno dell’arte della danza. Nel frattempo se le oltre 250 aziende sanitarie dovranno fare i concorsi senza lista di idonei si assisterà ad un ulteriore ricorso al precariato, nelle more di una normativa concorsuale diventata ancora più lunga, rigida e costosa. Intervento di Giorgio Cavallero, Segretario Generale Cosmed.

«Richiamare i medici in pensione sembra una provocazione e di sicuro è una nonsoluzione. Abbiamo la classe ospedaliera più vecchia al mondo, ci sarebbe bisogno di giovani e di mandare avanti il modello che è stato il nostro successo: il passaggio generazionale delle conoscenze attraverso la convivenza delle nuove e vecchie generazioni. Ora i giovani non ci sono più, il blocco del turn-over ha interrotto questo meccanismo virtuoso».

Per Carlo Palermo, segretario nazionale della Anaao, sindacato dei medici, nei prossimi 8 anni lasceranno il lavoro metà dei 105mila specialisti del Servizio Sanitario Nazionale. Ecco quali sono i rischi e cosa bisognerebbe fare. Rimettere in corsia i pensionati "è una non decisione"

L'associazione dirigenti dei camici bianchi: "Dobbiamo puntare sul ricambio generazionale, richiamare in corsia gli anziani non serve a niente".  Intervista a Carlo Palermo.

La posizione e i commenti dell'Anaao sulla stampa quotidiana, online, radio e tv - 28 marzo 2019.

 

"Stiamo valutando ed abbiamo attivato i nostri uffici legislativi - spiega Palermo - per verificare la legittimità del ricorso ai medici pensionati per fare fronte alle carenze di organico. Apprezziamo però - ha aggiunto - l'iniziativa dell'Anaao Veneto che ha annunciato un ricorso al Tar con l'obiettivo di fermare tale deriva".

Alcune Scuole di Specializzazione registrano rapidamente il tutto esaurito. Esse sono nell’ordine: Cardiologia, Dermatologia, Pediatria, Oculistica, Neurologia, Chirurgia Plastica, Gastroenterologia, Endocrinologia, Ginecologia. All’opposto, evidenziano una bassa attrattività le Scuole afferenti all’area dell’Emergenza-Urgenza, tra cui la Medicina d’Emergenza ed Urgenza e la Anestesia e Rianimazione. E questa situazione non potrà che ripercuotersi sulla dotazione e funzionalità dei vari servizi a partire dai Pronto Soccorso. A cura di Maria Gabriella Coppola Commissione Emergenza Anaao Assomed

Carlo Palermo:, 'Regioni possono far accedere a concorsi gli specializzandi all'ultimo anno ma non lo fanno'.

Il segretario del sindacato esprime perplessità sull’accordo tra Ministeri e Regioni per lo sblocco del tetto di spesa per il personale. “Da qui a dire che sia un risultato storico ne deve passare di acqua sotto i ponti.....”

Emerge un’evidente debolezza politica del Ministro sul cui operato siamo molto delusi. L’impressione è che il Ministro cavalchi argomento demagogici e populisti come Pronto soccorso e liste d’attesa andando a cercare il capro espiatorio nei medici.

In base alle stime del sindacato, per il combinato disposto di Quota 100 e gobba pensionistica, in tre anni lasceranno il SSN 24mila medici, che si aggiungono all’attuale deficit di 10mila camici bianchi. Il segretario nazionale: «O si assume, o si rischia di chiudere». L’Anaao fornisce anche chiarimenti sul riscatto agevolato della laurea. E sul rinnovo del contratto aggiunge: «Puntiamo su remunerazione del disagio e carriera professionale»

Una recente sentenza della Corte europea ha aperto uno spiraglio sulla possibilità di inserire la reperibilità nell’orario di lavoro. Il caso riguardava un pompiere volontario belga, ma la battaglia per estendere tale ipotesi in sanità è molto difficile. Mentre si può vincere quella per cancellare il “riposo frazionato” previsto dalla norma italiana. Intervento di Sergio Costantino, Direzione Nazionale Anaao, Segreteria Regionale Anaao Lombardia

Il responsabile del Dipartimento Organizzativo dell’Anaao Assomed e presidente della Fondazione Pietro Paci fa il punto sul fenomeno, al centro di un convegno promosso a Catania sabato scorso. “Un recente studio italiano rileva un'incidenza media parai al 5,2% dei ricoveri a fronte di studi internazionali che parlano di circa il 9%. Temo che la realtà sia più vicina a questa media che a quella rilevata dallo studio italiano”, sostiene il sindacalista che è anche presidente della Fondazione Pietro Paci.

Gravi carenze nel  tra pronto soccorso, pediatri, internisti, anestesisti e chirurghi. Ricambi difficili a fronte di 52mila uscite in 7 anni: nel 2025 mancheranno all'appello 16.500 specialisti. I dati e il commento Anaao Assomed

Continua il trend in diminuzione per l'attività intramoenia già iniziato dal 2010. Non è questa la causa delle liste d'attesa. Perché non utilizzare quanto Stato e Regioni incassano ogni anno dalla Lpi, oltre 600 mln, e quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2019, 350 mln, per finanziare un ampio e duraturo programma di riduzione delle attese attraverso un incremento delle assunzioni e dell’utilizzo orario degli ambulatori specialistici, delle attrezzature tecnologiche e delle sale operatorie?

Ampia eco ha avuto sulla stampa il commento del Segretario Nazionale Anaao sul piano liste d'attesa approvato il 21 febbraio dalla Conferenza Stato Regioni.

Francesco Medici (Consigliere Nazionale Anaao): "Se non esistono i letti dove poter ricoverare, i malati rimangono ostaggi dei pronto soccorso. Esiste oggi la sanità o la malasanità delle barelle.
Siamo quindi contenti che il Ministro abbia toccato con mano queste criticità, vedere, sentire, odorare, vivere questi posti è sicuramente più efficace che leggere solo una relazione di un funzionario, ma adesso che ha toccato con mano il problema ci aspettiamo provvedimenti. Quello è il suo compito".

La politica deve assumere. Mancano 10mila camici bianchi e 50mila infermieri.

Lo “Standard” previsto dal DM 70/2015, il più basso in Europa, è ulteriormente peggiorato. Tra acuti e lungodegenza ne mancano quasi 15 mila per rispettare il parametro imposto dal Dm di 3,7 pl x 1.000 abitanti. E intanto continuano le lamentele dei cittadini per il protrarsi delle lunghe attese sulle barelle dei Pronto Soccorso in attesa di un posto letto, per le liste d’attesa dei ricoveri in elezione e le difficoltà delle dimissioni dai reparti di degenza per acuti in carenza di posti letto/post acuti. A cura di Fabio Florianello Esecutivo Nazionale Anaao e Rossana Caron Consigliere Regionale Anaao Lombardia.

Il futuro del SSN è determinato dalla quantità e dalla qualità dei nuovi specialisti. E per questo occorre anticipare l’incontro tra il mondo della formazione e quello del lavoro, oggi estranei l’uno all’altro, attraverso l’assunzione nel Ssn del medico laureato e abilitato con contratto di formazione/lavoro a tempo determinato.

Lettera al quotidiano online di Chiara Rivetti Segretario Regionale Anaao Assomed Piemonte, e Simone Agostini Anaao Assomed Emergenza-Urgenza-Segretario Aziendale Anaao ASLCN2

Lettera di Mirko Schipilliti Commissione Nazionale Emergenza-Urgenza ANAAO ASSOMED al Direttore del quotidiano online.

Parte il 7 fino al 9 febbraio a Milano il primo laboratorio residenziale rivolto a tutte le donne in medicina. Un’esperienza di formazione a carattere intersettoriale, che ha come obiettivo la necessità di lavorare sul tema del benessere delle donne medico nel Ssn, sulla promozione del capitale umano, sociale e decisionale, di cui sono portatrici. Venticinque dirigenti, guidate da esperte, punteranno i riflettori su più hot topics

Il Segretario Nazionale Anaao Assomed Carlo Palermo risponde alle dichiarazioni del ministro della Salute, Giulia Grillo.

«La sanità integrativa oggi in realtà duplica le prestazioni del pubblico e incamera 1,5-2 miliardi di sgravi fiscali che si potrebbero reinvestire nel Servizio nazionale».

Il Servizio sanitario nazionale sta vivendo uno dei momenti più difficili della sua quarantennale storia. Mancano dottori, infermieri e medici di famiglia. Il ricambio è fermo e l'allarme è lanciato già da tempo. Un conto della reale emergenza che abbiamo davanti.

"Siamo nel pieno di un crisi economica per il Servizio sanitario e gli incrementi del Fondo previsti dalla Manovra sono insufficienti a garantire l'assistenza. Ma c'è anche una crisi dei professionisti, 150 mila medici e veterinari attendono risposte. Domani faremo un sit-in sotto il ministero della Pubblica Amministrazione a Roma perché serve aprire rapidamente un tavolo  contrattuale ed eliminare un comma (il 687) inserito all'ultimo minuto nella Manovra che di fatto blocca la possibilità di una trattativa per il rinnovo del nostro contratto".

Il segretario del sindacato della dirigenza medica e sanitaria a tutto campo: dal bilancio del 2018 per il settore e la categoria passando per le sifde sul tappeto per l’anno venturo. “Priorità contratto, formazione e più risorse per il Ssn”. E poi affondo contro il regionalismo differenziato: “Auspico una grande manifestazione a Roma di tutto il mondo sanitario a difesa della unitarietà del Ssn”. Sui primi sei mesi di Governo: “Il tempo è ancora poco per giudicare. Per ora darei una sufficienza in attesa di vedere i provvedimenti principali come il cambio delle politiche sulle assunzioni, contratti (su cui ci vorrebbe più impegno dal Ministro Grillo) e la formazione post laurea”.

Il sindacato degli ospedalieri traccia la mappa delle carenze di organico fino al 2025, a causa dello squilibrio tra uscite e nuovi ingressi.

Solo nel 2019 tra i 7-8 mila aventi diritto senza considerare chi opterà per 'quota 100'. Intervista a Carlo Palermo, Segretario Nazionale Anaao Assomed

Anaao ti tutela
Pronto soccorso medico-legale e assicurativo
Medici in pensione
Informazioni parlamentari
Banca dati normativa in sanita
Anaao Card
Anaao ti assiste
Assistenza legale
Assistenza fiscale
Anaao ti assicura
Copertura tutela legale gratuita
Polizza responsabilità civile professionale "colpa grave"
Polizza unica
Copertura contagio ospedaliero
Servizio Doctor Help Desk
Anaao ti informa
Newsletter
Iniziativa Ospedaliera
Dirigenza medica
Editoria
Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it
segreteria.nazionale@anaao.postecert.it
Dipartimento Amministrativo
Via Scarlatti, 27 - 20124 MILANO
Telefono 026694767 - Fax 0266982507
segr.naz.milano@anaao.it
segr.naz.milano@anaao.postecert.it
Dipartimento Organizzativo
Via Sant'Aspreno, 13 - 80132 NAPOLI
Telefono 0817649624 - Fax 0817640715
segr.naz.napoli@anaao.it
segr.naz.napoli@anaao.postecert.it
Ufficio stampa
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
ufficiostampa@anaao.it
Coordinamento servizi agli Associati
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
servizi@anaao.it