21 marzo 2019

#CONTRATTO: Governo e Regioni sono latitanti. Comunicato stampa Intersindacale

Il tempo che abbiamo concesso a Governo e Regioni sta per scadere, e se non si vedranno a brevissimo risposte tangibili e soddisfacenti le reazioni dei sindacati e dei singoli dirigenti medici e sanitari in ogni sede di lavoro saranno sorprendenti.

16 marzo 2019

LISTE D'ATTESA E INTRAMOENIA: tra pregiudizi e demagogia. Comunicato stampa Anaao Assomed

“Tra i compiti di un Ministro rientra anche la valorizzazione del patrimonio professionale ricevuto in affidamento. Agendo per togliere dalla naftalina il rinnovo del CCNL e l’utilizzo della RIA, per restituire ai Medici negli ospedali reddito ed autonomia professionale e costruire un patto di fiducia, con loro e con i cittadini, a garanzia della sostenibilità del SSN. Rifuggendo da pregiudizi e demagogia.

12 marzo 2019

Contratto: riparte la trattativa. La sfida più dura è migliorare le condizioni di lavoro. Comunicato stampa Anaao Assomed

E' necessario invertire la rotta, utilizzando al meglio il formidabile strumento contrattuale, per vincere la sfida più dura che consiste nel migliorare le condizioni di lavoro. Per fare questo è necessario comprendere fino in fondo la fase storica che stiamo vivendo e mettere in campo soluzioni che raggiungano l’obiettivo di restituire valore, anche economico, al lavoro professionale e vedano nella sicurezza delle cure un obbligo deontologico e nelle condizioni di esercizio della professione un elemento di dignità professionale.

07 marzo 2019

8 marzo: trasferire la visione di genere nei contratti di lavoro, nelle leggi, nella prassi. Comunicato stampa Anaao Assomed

Il cambiamento necessario richiede certo tempo, ma soprattutto politiche che lo assumano come necessità per trasferire una visione di genere nei contratti di lavoro, nelle leggi, nella prassi, ed evitare che la crescita delle donne in sanità sia derubricata a semplice fenomeno di costume.

26 febbraio 2019

I professionisti della sanità a Catania per imparare dagli eventi avversi.

Il corso che si svolgerà sabato 2 marzo persso l'Ospedale Cannizzaro esaminerà 4 casi reali che hanno determinato il decesso o gravi lesioni ai pazienti coinvolti: un sovradosaggio farmacologico fatale; uno scambio di lastre con errore; una febbre da causa ignota e una drammatica caduta dalla barella; ed infine un parto distocico con danni permanenti. Partecipano all’evento l’Assessore alla Salute, il Presidente dell’Ordine dei Medici di Catania, il Procuratore della Repubblica di Catania, il Direttore Generale dell’Ospedale Cannizzaro e il Presidente dell’Anaao Assomed.

leggi il comunicato
leggi il programma

26 febbraio 2019

Carenza di personale: no a soluzioni che scardinano gli assetti giuridici della dirigenza. Comunicato stampa Intersindacale

I sindacati contrasteranno in tutte le sedi eventuali abusi, continuando a denunciare che la grave carenza di personale e la necessità di soluzioni tampone non devono rappresentare il “cavallo di troia” per scardinare gli assetti giuridici della Dirigenza medica, Veterinaria e sanitaria e le modalità di accesso del personale di livello dirigenziale che rischiano di essere demoliti anche da un dissennato incremento delle autonomie regionali.

21 febbraio 2019

Piano nazionale liste d'attesa: per l'Anaao è la fiera dell'ipocrisia.

Regioni e Governo si autoassolvono dalla responsabilità delle attese indicando nei medici dipendenti il capro espiatorio ideale. Dopo avere messo in naftalina il rinnovo del CCNL, Governo e Regioni sferrano un altro attacco a medici e dirigenti sanitari dipendenti. Nessuno si illuda che noi rinunciamo a difendere un diritto dei medici e dei cittadini.

17 febbraio 2019

La crisi dei pronto soccorso necessita di soluzioni, non solo di ispezioni. Comunicato stampa Anaao

“La politica di sottrazione progressiva ed inesorabile di risorse umane ed economiche alla Sanità pubblica – conclude Palermo - ha lasciato aperta la sola porta dei PS per garantire il diritto a curarsi. In che condizioni e con quali sacrifici per pazienti ed operatori, ormai è sotto gli occhi anche del Ministro di ora. Dal quale attendiamo provvedimenti per mettere fine ai disservizi che danneggiano i cittadini e gli operatori. Con l’auspicio che si mandino personale e letti, non solo ispettori e carabinieri, se veramente si vuole ridurre la distanza tra fatti e soluzioni”.

14 febbraio 2019

Autonomie differenziate: requiem per il Servizio Sanitario Nazionale. Comunicato stampa Anaao Assomed

“Il rischio da evitare – avverte Carlo Palermo Segretario Nazionale Anaao Assomed - è che in poche settimane, senza un serio confronto politico e senza un reale coinvolgimento dell’opinione pubblica e delle parti sociali, venga cancellata una delle più importanti conquiste di civiltà del nostro Paese".

08 febbraio 2019

Il DL SEMPLIFICAZIONI modifica il famigerato comma 687: può ripartire la trattativa per il rinnovo del contratto. Comunicato stampa COSMED

Prima sconfitta dell'asse trasversale di arroganza e pressapochismo. Resta l’invadenza sulla contrattazione anche se limitata al prossimo contratto che andrà superata.

Con la conversione in legge del DL Semplificazioni avvenuta ieri, è stato emendato il famigerato comma 687 della legge di bilancio 2019, togliendone la valenza retroattiva. In conseguenza di ciò, come stabilito dal CCNQ 13 luglio 2016, i CCNL 2016-2018 per la dirigenza medica e sanitaria del SSN e quello dell'Area Funzioni locali, possono ripartire senza intoppi. I disastrosi effetti immediati sono scongiurati. E' una parziale ma significativa vittoria, portata avanti da un fronte compatto di Organizzazioni sindacali e della Confederazione COSMED. Del resto il Governo non poteva fare marcia indietro su tutta la linea, riservandosi di mantenere il punto almeno per il futuro. Adesso rimangono due obiettivi: 1) una rapida prosecuzione delle trattative del CCNL 2016-2018, cercando di ottenere il massimo in termini sia giuridici che economici, dopo 10 anni di blocco e a triennio già scaduto; 2) perseguire il completo superamento della norma, in tutti i veicoli legislativi possibili, per garantire la tutela della specificità e del ruolo sia della Dirigenza medica e sanitaria che della Dirigenza PTA nel rispetto delle rispettive competenze.

07 febbraio 2019

Area formazione femminile: al via il progetto Anaao per le donne in medicina. Verso una sanità orientata dalle donne.

L’Anaao Assomed ha da tempo intuito le conseguenze dell’imminente sorpasso femminile in Sanità e nello stesso sindacato, insieme alla necessità di attrezzarsi per il futuro. L’Area Formazione Femminile nasce proprio con l’obiettivo di lavorare sul tema del benessere delle donne medico nel Sistema Sanitario Nazionale, sulla promozione del capitale umano, sociale e decisionale, di cui sono portatrici.
Il programma del primo Corso in programma dal 7 al 9 febbraio.

06 febbraio 2019

NUOVO CONSIGLIO SUPERIORE SANITA’: IL CAMBIAMENTO CHE NON CAMBIA - Comunicato stampa Anaao Assomed

Ci deve essere un cromosoma comune ai Ministri della Sanità. Il Consiglio Superiore di Sanità della nuova era politica per l’Anaao Assomed somiglia troppo ai vecchi, con l’unico merito di avere richiamato alcuni dei cervelli in fuga che da anni regaliamo all’Europa e tutti i vizi, amplificati, delle nomine precedenti.

04 febbraio 2019

#ABOLIRECOMMA687. Le Regioni rivendicano la paternità del pasticcio e se ne vantano. Sconcertante anticipo del federalismo differenziato. La nota del Segretario generale COSMED, Giorgio Cavallero

Dopo settimane di silenzio, con la Newsletter del 31 gennaio 2019 pubblicata sul sito ufficiale, le Regioni, incuranti dei danni arrecati con la paralisi della contrattazione con un emendamento incostituzionale e perfino retroattivo, si vantano della “bravata”, nonostante il legislatore stia già correndo con urgenza ai ripari per emendare una iniziativa sciagurata. Gli allegati documentano l’incredibile vicenda e dimostrano il disegno premeditato della Conferenza delle Regioni.

30 gennaio 2019

DL SEMPLIFICAZIONI: gravissima la bocciatura delle assunzioni in sanità. Comunicato stampa Anaao Assomed

“Occorre recuperare al più presto la misura bocciata per consentire quelle politiche di assunzioni che rappresentano l’ossigeno per un sistema sanitario pubblico in asfissia per carenza di risorse umane, oltre che economiche. Sempre che nel Governo e nel Parlamento ci sia la volontà di tenere in piedi la più grande infrastruttura sociale e civile del Paese, evitando che crolli come un qualsiasi viadotto autostradale. Noi non smetteremo nemmeno per un attimo di esigere l’impegno necessario”, Carlo Palermo, Segretario Naizonale Anaao Assomed

30 gennaio 2019

Quota 100, l’analisi della Cosmed: «Ponderare bene la scelta valutando costi e benefici».

Chi aderirà al pensionamento anticipato riceverà la liquidazione a partire dai 68 anni e non potrà svolgere attività lavorativa dal momento del percepimento della pensione fino al raggiungimento dell’età prevista per la pensione di vecchiaia.

leggi la nota

24 gennaio 2019

Regionalismo differenziato: nasce l'unità di crisi Fnomceo-Sindacati. L'Anaao partecipa in difesa del Servizio Sanitario Nazionale.

I sindacati medici hanno, all’unanimità, approvato un Documento, per ‘promuovere ogni forma di mobilitazione ritenuta necessaria per porre al centro dell’agenda politica il tema della sostenibilità del Servizio sanitario nazionale’. Sotto attacco da regionalismo, sottofinanziamento e carenza medici.

23 gennaio 2019

RILEVAZIONE DELEGHE SINDACALI: ANAAO ASSOMED SEMPRE IN TESTA!

Anaao Assomed si conferma di gran lunga il principale sindacato della dirigenza medica e sanitaria con un numero di iscritti più che doppio rispetto alla seconda sigla e con un incremento della percentuale sulle deleghe totali (24,41%) e del peso in termini di rappresentatività (26,54%). La buona notizia arriva dai dati Aran, pubblicati sul sito dell’Agenzia, che certificano le deleghe sindacali a dicembre 2017.

21 gennaio 2019

+++SOSPESO LO SCIOPERO DEL 25 GENNAIO+++

Dopo l'incontro con il ministro della salute Giulia Grillo l'Anaao Assomed e le sigle dell'intersindacale hanno deciso di sospendere lo sciopero di venerdi 25 gennaio. Nella stessa giornata si svolgeranno le Assemblee nei luoghi di lavoro.

Ecco i punti dell’accordo raggiunto al ministero della salute:
1) ripristino del tavolo di contrattazione 2016/2018 attraverso una modifica del comma 687.
2) tavolo di confronto con i ministeri interessati per trovare una soluzione sull’utilizzo della Ria.
3) sblocco del limite di spesa per le assunzioni nel SSN.
4) recupero dei contratti di formazione non assegnati.
5) risorse aggiuntive sul contratto 2019 per incrementare l’indennità di esclusività.
Inoltre la Ministro Grillo ha annunciato il suo impegno per una riforma completa della formazione post laurea impostata sul modello formazione/lavoro.

17 gennaio 2019

Incontro al ministero funzione pubblica: in assenza di fatti, la protesta dei medici e dirigenti sanitari continua. Comunicato stampa Anaao Assomed

I dirigenti ministeriali hanno assicurato il loro interessamento sia per superare il comma 687 della legge di bilancio, sia per consentire il superamento del tetto alle risorse accessorie ereditato dal precedente Governo. A giudizio dell’Anaao Assomed, l’interessamento della Ministra della Funzione Pubblica è di buon auspicio ma, in assenza di fatti, non è sufficiente a determinare la revoca dello sciopero del 25 gennaio e di quello di febbraio.

16 gennaio 2019

Contratto medici e dirigenti: per Anaao è apprezzabile e confortante l'attenzione del Presidente della Commissione Sanità del Senato.

Il Segretario Nazionale Anaao ha manifestato apprezzamento per le dichiarazioni dell'On. Sileri: significa che i punti principali della nostra azione sindacale cominciano a farsi strada nelle rappresentanze istituzionali e politiche.

Dichiarazione del Segretario Nazionale Anaao Assomed, Carlo Palermo

L’attenzione che il Presidente della Commissione Sanità del Senato Pierpaolo Sileri pone sulla valorizzazione del capitale professionale che opera all’interno del SSN è apprezzabile e confortante. Significa che i punti principali della nostra azione sindacale cominciano a farsi strada nelle rappresentanze istituzionali e politiche.

Rinnovare il contratto di lavoro della Dirigenza medica, sanitaria e veterinaria dopo 10 lunghissimi anni di blocco e avviare una grande politica di assunzioni nel Servizio sanitario nazionale, come previsto nello stesso “Contratto di Governo”, rappresenta una risposta concreta alle condizioni di lavoro negli ospedali, che peggiorano senza sosta, e al diritto di accesso alle cure dei cittadini.

Proprio quando la stampa annuncia l’arrivo di intermediari di diversi Paesi europei in Veneto, e non solo, per reclutare medici italiani offrendo contratti ad un valore doppio rispetto a quelli di casa nostra, casa, spese di viaggio, e cresce il numero di medici piemontesi che fanno i transfrontalieri con la svizzera o di giovani medici che in Francia ed in Inghilterra non manifestano alcuna intenzione di tornare, ogni sforzo deve essere messo in campo per raggiungere gli obiettivi indicati nella vertenza in atto, e ben recepiti dal Sen. Sileri, perché il collasso della dignità di una professione inevitabilmente si accompagnerà al collasso di un diritto costituzionale dei cittadini.

Governo e Regioni non possono continuare a traccheggiare sulla via del rinnovo contrattuale, quando non lo ostacolano per fare favori a mini lobby, lasciando che il capitale formativo pagato dagli italiani se ne vada e con esso il presente ed il futuro di una grande infrastruttura civile e sociale del Paese.

 

14 gennaio 2019

#DIGNITÀ #ASSUNZIONI #CONTRATTO #SUBITO! MEDICI, VETERINARI E DIRIGENTI SANITARI IN PIAZZA GIOVEDI 17 GENNAIO 2019. Comunicato intersindacale

"Con la manifestazione del 17 gennaio vogliamo dare un segnale forte della nostra presenza e anche la scelta della sede non è casuale. Al Ministro della Funzione Pubblica competono molte decisioni che possono sbloccare la trattativa per il rinnovo del contratto. In assenza di risposte positive noi andremo avanti nella protesta che porterà a due giornate di sciopero, la prima il 25 gennaio, la seconda entro la prima decade di febbraio".

11 gennaio 2019

COMMA 687. Gli ostacoli al rinnovo del contratto di 150.000 medici e dirigenti: la verità è nei documenti che evidenziano la responsabilità politica delle Regioni.

Nel comunicato la COSMED scandisce tutti i passaggi che permettono di risalire ai "responsabili" del golpe che mette a rischio il rinnovo del contratto. La Confederazione chiede l'abrogazione del comma sin dal prossimo provvedimento legislativo in calendario.

08 gennaio 2019

LEGGE DI BILANCIO 2019: pietra tombale sul rinnovo del contratto!

L'allarme arriva dall'intersindacale dei medici, veterinari e sanitari: il famigerato comma 687 azzererà tutti i passaggi della già difficile trattativa per il rinnovo del contratto scaduto da 10 anni. Tutto da rifare, dunque, dall'accordo sulle aree agli atti di indirizzo se nel primo provedimento utile in Parlamento non si provvederà ad abolire questa norma. In caso contrario la categoria avrà un motivo in più per scioperare il 25 gennaio e oltre!

04 gennaio 2019

IL GOVERNO VUOLE FAR SALTARE IL RINNOVO DEI CONTRATTI DI MEDICI E DIRIGENTI? Comunicato stampa COSMED

La confederazione lancia l'allarme e punta il dito contro il comma 687 della manovra appena varata, che rimette in discussione l'accordo quadro sulle aree. Salterebbe la legittimità dei tavoli della dirigenza del SSN e degli enti locali e si renderebbe necessario un nuovo accordo quadro seguito da un nuovo accertamento della rappresentatività calcolata sulla nuova composizione delle aree per definire le delegazioni sindacali. Salterebbero anche gli atti di indirizzo e si dovrebbe riprendere con un iter che richiederebbe nuovi atti di indirizzo, stipula del nuovo accordo quadro e della nuova rappresentatività con le conseguenti autorizzazioni e i tempi tecnici di valutazione da parte di Governo, Ragioneria e Corte dei conti. Sarebbe la pietra tombale almeno per il 2019 al rinnovo dei contratti.

Anaao ti tutela
Pronto soccorso medico-legale e assicurativo
Medici in pensione
Informazioni parlamentari
Banca dati normativa in sanita
Anaao Card
Anaao ti assiste
Assistenza legale
Assistenza fiscale
Anaao ti assicura
Copertura tutela legale gratuita
Polizza responsabilità civile professionale "colpa grave"
Polizza unica
Copertura contagio ospedaliero
Servizio Doctor Help Desk
Anaao ti informa
Newsletter
Iniziativa Ospedaliera
Dirigenza medica
Editoria
Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it
segreteria.nazionale@anaao.postecert.it
Dipartimento Amministrativo
Via Scarlatti, 27 - 20124 MILANO
Telefono 026694767 - Fax 0266982507
segr.naz.milano@anaao.it
segr.naz.milano@anaao.postecert.it
Dipartimento Organizzativo
Via Sant'Aspreno, 13 - 80132 NAPOLI
Telefono 0817649624 - Fax 0817640715
segr.naz.napoli@anaao.it
segr.naz.napoli@anaao.postecert.it
Ufficio stampa
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
ufficiostampa@anaao.it
Coordinamento servizi agli Associati
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
servizi@anaao.it