19 febbraio 2018

Il medico tra incudine e martello. Corso Anaao-Fondazione Pietro Paci Aosta 24 febbraio

Come cambia il lavoro del medico tra tagli, superlavoro e nuove norme. Questi i temidel corso della Fpp che si svolgerà ad Aosta il 24 febbraio prossimo e che ha ottenuto 7 crediti formativi. Si ricorda che per partecipare è necessario registrarsi al sito www.fondazionepietropaci.com e una volta creata l'utenza scegliere il corso dal catalogo e procedere con l'iscrizione

26 novembre 2017

Medici in stato di agitazione. L'Ospedale Parini a rischio spopolamento. Comunicato Anaao Valle d'Aosta

Il rischio è lo spopolamento del nostro ospedale, dove da una parte i concorsi sempre più frequentemente vanno deserti e dall’altra molti colleghi sperano nelle nuove norme in ambito pensionistico per raggiungere l’agognata pensione oppure aspettano di potersi trasferire altrove, dove le condizioni di carriera ed economiche sono migliori.

20 novembre 2017

I medici ospedalieri chiedono chiarezza sull'applicazione della Madia e il rispetto del CCNL

L'Anaao Assomed della Valle d'Aosta, in attesa di una circolare chiarificatrice della direzione aziendale, ha denunciato in una nota lo stato di malessere della categoria dei medici ospedalieri orfani di un contratto da 8 anni (stanno iniziando gli stati di agitazione in previsione di scioperi a livello nazionale), con risorse finanziare nella sanità regionale sempre più risicate e col problema della difficoltà di copertura dei posti in organico: come più volte detto i medici difficilmente si sentono invogliati a venire nella nostra regione, e in più quelli che ci sono, anche da anni, sempre più spesso cercano altri lidi o aspettano con ansia le nuove norme sulla pensione.

Come sapete nelle giornate dell' 8 e del 9 novembre si sono tenuti i corsi sulla Legge Madia, organizzati dalla Direzione Generale, ma rivolti solo a chi ha ruoli di responsabile.
Come Anaao (ma anche altre sigle sindacali erano d'accordo con noi) abbiamo contestato il mancato coinvolgimento di tutti i dirigenti medici e sanitari, e abbiamo altresì contestato la mancata informazione alle organizzazioni sindacali su un argomento particolarmente scottante.
La Direzione Generale ci ha assicurato che avrebbero messo a punto una circolare esplicativa, per fare chiarezza anche su libere interpretazioni da parte di alcuni frequentatori del corso, che hanno cercato di applicare subito quanto appreso, ma lasciando dubbi sulla correttezza interpretativa.
Da parte nostra stiamo lavorando per organizzare, speriamo in tempi brevi, un corso sulla Legge Madia, APERTO A TUTTI I DIRIGENTI MEDICI E SANITARI, con giuslavoristi di pregio...perchè l'argomento deve essere conosciuto, e anche bene, non solo da chi potenzialmente può comminare una sanzione (che a sua volta ovviamente è "punibile"), ma anche da chi può subire la sanzione, e magari conoscendo meglio i rischi a cui può andare incontro la evita...(PREVENIRE E' MEGLIO CHE CURARE...lo sappiamo bene!).
Alla Direzione Generale abbiamo fatto presente che la nostra categoria è da distinguere rispetto a quella impiegatizia: il nostro lavoro non si ferma quasi mai alle 6 ore e 20 giornaliere, e molte ore di "straordinario" finto (perchè lo straordinario per sua stessa definizione deve essere non ordinario, e sempre dovrebbe essere remunerato, se autorizzato preventivamente) finiscono nel cestino, nè pagate nè recuperate. Il nostro orario è di 34 ore + 4 di aggiornamento: e l'aggiornamento quando viene effettuato? da una nostra indagine interna ci risulta che i medici usufruiscono solo del 20% delle ore di aggiornamento annuo (per partecipare a congressi, frequenze, ecc). Il resto è utilizzato per assicurare la continuità assistenzaile, e per far fronte alle sempre più frequenti carenze di organico......ma le leggi è giusto che siano applicate, ci mancherebbe. Che problema c'è ad adeguarsi (ma la maggior parte già lo fa) a richiedere ferie e permessi prima? Di essere a posto con i cartellini ecc.  Per la cosiddetta pausa caffè, se è necessario andare al bar interno all'ospedale in borghese lo si fa: forse è svantaggioso per l'amministrazione che perde un po' di minuti per ogni dipendente per il "cambio d'abito". 
Però l'applicazione delle regole dOVRà valere anche per tutto il resto. Tanto per citare qualche esempio: non dovranno più esistere le reperibilità diurne (ormai "fuori legge" dal 1997); non dovranno più esistere gli straordinari non autorizzati e non pagati; non si dovranno più utilizzare gli straordinari per far fronte a croniche situazioni di carenza di personale; il monitoraggio sui cartellini deve evitare che alcuni medici si vengano a trovare  con centinaia di ore in eccesso (l'ispettorato del lavoro potrebbe intervenire in questi casi); l'orario di lavoro si dovrà articolare sulle 34 ore settimanali e obbligatoriamente prevedere le 4 ore di aggiornamento (anche nella forma della sommatoria delle ore per partecipare a corsi e congressi); la presenza sul luogo di lavoro oltre le ore effettive di attività dovrebbe essere autorizzata e motivata  e se non giustificata potrebbe anche essere sanzionata.
Quindi cominciamo a prepararci al rispetto di CCNL e Leggi, nel bene e nel male: sicuramente è vantaggioso per la nostra categoria.
Aspettiamo i chiarimenti.
La segreteria Anaao Assomed Regione Valle d'Aosta

12 novembre 2017

La pensione: chimera o realtà? Convegno ad Aosta lunedi 20 novembre

Il segretario regionale Piero Sirianni e il vice segretario nazionale, Giorgio Cavallero si confronteranno con i colleghi, iscritti e non all'Associazione su: le novità in campo pensionistico; le novità contrattuali e le novità assicurative. Il convegno si svolgerà dalle 15 alle 18 presso la Sala conferenze dell'Ospedale "U. Parini" in Viale Ginevra 3.

17 maggio 2017

Un medico deve essere indigente? Lettera al Direttore di QUOTIDIANO SANITA' firmata da Piero Sirianni, Segretario Anaao Assomed Valle d'Aosta

La gente deve essere informata correttamente: solo così potrà diventare alleata del medico. Deve capire che lo stipendio di un medico, pur dignitoso, non ha la stessa valenza di quello di altre categorie professionali, e che una parte dello stesso viene impiegato per la professione (partecipazione a corsi di aggiornamento, iscrizione a società scientifiche, acquisizione di apparecchi informatici all’avanguardia, assicurazione professionale, diventata peraltro obbligatoria con la nuova legge sulla responsabilità professionale, …).

20 aprile 2017

Dove sta andando la sanità della Valle d'Aosta? Comunicato stampa e intervista al TG3

Piero Sirianni, Segretario regionale, denuncia in un comunicato stampa e nell'intervista rilasciata al TG3 come la politica sia di tagli, sia di scarsi investimenti sulla Sanità ha determinato inevitabili ripercussioni negative sui cittadini. E punta il dito contro la politica che non risolve le criticità principali mai risolte: liste di attesa in aumento per prestazioni medico-chirurgiche, perdurante ricorso alle strutture private convenzionate per varie prestazioni, riorganizzazione difficoltosa del pronto soccorso, ticket su prestazioni.

26 luglio 2016

E' in corso un esodo dalla Valle d'Aosta: «prioritario il lavoro rispetto alle polemiche» 

Nel comunicato stampa della segreteria Anaao della Valle d'Aosta la denuncia di come la politica di tagli e gli scarsi investimenti sulla sanità abbiano determinato inevitabili ripercussioni negative sui cittadini. I medici e gli altri operatori sanitari sono scontenti: in molti stanno cercando opportunità di lavoro e di crescita professionale in altre regioni, dove i concorsi ormai sono aperti, o all'estero... e ciò non solo per motivi personali».

16 marzo 2016

Sindacati medici, a rischio posti letto."Ospedale perderà in prestigio, rischio emorragia di personale".

L'articolo contiene un commento di Piero Sirianni, Segretario Regionale Anaao Assomed Valle d'Aosta.
Ansa

26 febbraio 2016

Allarme sindacati medici e Rsu: “A rischio eccellenza e gratuità delle cure”.

Quotidiano Sanità

25 febbraio 2016

Sindacati medici, svanisce eccellenza Vda.

Documento congiunto: difficoltà ad attrarre medici.
ANSA

23 maggio 2018

Riccardo Brachet Contul è il nuovo Segretario Anaao della Valle d'Aosta

Chirurgo presso l'ospedale Parini di Aosta è al suo primo mandato. Prende il posto di Piero Sirianni.

La nuova squadra

Anaao ti tutela
Pronto soccorso medico-legale e assicurativo
Medici in pensione
Informazioni parlamentari
Banca dati normativa in sanita
Anaao Card
Anaao ti assiste
Assistenza legale
Assistenza fiscale
Anaao ti assicura
Copertura tutela legale gratuita
Polizza responsabilità civile professionale "colpa grave"
Polizza unica
Copertura contagio ospedaliero
Servizio Doctor Help Desk
Anaao ti informa
Newsletter
Iniziativa Ospedaliera
Dirigenza medica
Editoria
Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it
segreteria.nazionale@anaao.postecert.it
Dipartimento Amministrativo
Via Scarlatti, 27 - 20124 MILANO
Telefono 026694767 - Fax 0266982507
segr.naz.milano@anaao.it
segr.naz.milano@anaao.postecert.it
Dipartimento Organizzativo
Via Sant'Aspreno, 13 - 80132 NAPOLI
Telefono 0817649624 - Fax 0817640715
segr.naz.napoli@anaao.it
segr.naz.napoli@anaao.postecert.it
Ufficio stampa
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
ufficiostampa@anaao.it
Coordinamento servizi agli Associati
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
servizi@anaao.it