News

L'Italia non è un paese per giovani medici - Masserano, Coordinatore Macro-Regione Nord AG

Responsive image

Torno a scrivere e a meditare dopo aver letto con ammirazione la lettera che, con tanta forza e sentimento, è stata scritta da una giovane collega appena ventiquattrenne. Una lettera che ci parla degli atavici mali che infettano il nostro paese, in una locuzione riassunti come "non è un paese per giovani"; le difficoltà denunciate dalla nostra collega sono il frutto del pressapochismo e della superficialità che in maniera trasversale riguardano tutti gli schieramenti e tutte le apicalità del sistema paese.

Un paese il nostro, ove un giovane laureato non solo non ha speranza di un impiego soddisfacente nel proprio settore, ma nella maggior parte dei casi neppure di un impiego, e allora cosa ci resta di queste pergamene, di questi anni passati sui libri, delle montagne di tasse universitarie finite nel nulla, vista la condizione delle aule, rimane solo la soluzione di emigrare. Emigrare in paesi più virtuosi come la Francia ove gli stipendi sono più alti e la tassazione ha numeri meno folli dei nostri.

In questi giorni doveva uscire la graduatoria dell'agognato concorso di specializzazione, esame che cambia spesso la vita a migliaia di medici, che si trovano al bivio fra una specialità amata e un'altra meno, spesso molto lontani da casa e che devono capire cosa fare e come in poco tempo. Questa graduatoria sembra per ora svanita a data da destinarsi, ennesimo schiaffo ai giovani medici dopo i tanti ricevuti dopo essere stati usati nelle varie regioni come tappabuchi a tempo pieno e manovalanza economica in tempi di covid e, ovviamente, rimasti esclusi da qualsiasi retribuzione aggiuntiva come nel caso macroscopico della Lombardia.

Un vizio atavico quella della nostra classe dirigente di non riuscire a far crescere nulla, tenersi le poltrone sino ad esalare l'ultimo respiro e sacrificando il futuro per l'opportunità di credersi immortali. Una tentazione comune per tantissimi che si scontrerà ineluttabilmente con il finis vitae e con la mancanza di giovani medici in grado di accompagnarli. Un ennesimo futuro mancato.

Federico Masserano Zoli, Coordinatore Macro-Regione Nord – Settore Anaao Giovani

Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it