Cassazione Sezione Civile

Cassazione Civile - Sez. III - sentenza n. 885/2016 Responsabilità per interventi sanitari routinari

In presenza di interventi sanitari c.d. routinari, quale quello relativo a una erronea diagnosi di una malattia diversa da quella da cui il paziente era in realtà affetto, è onere del professionista provare l’assenza di colpa in relazione alla condotta tenuta nella specie, che la prova che l’insuccesso dell’intervento fosse dipeso da fattori indipendenti dal proprio comportamento dimostrando di aver osservato, nell’esecuzione della prestazione sanitaria, la diligenza normalmente richiesta ad uno specialista, ed esigibile in capo ad un medico in possesso del medesimo grado di specializzazione.

Allegati
Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it