Dicono di noi

22 CONGRESSO NAZIONALE STRAORDINARIO.CASERTA 14-16 NOVEMBRE 2013

Rassegna stampa - 12/16 novembre

Roma, 14 nov. (Adnkronos Salute) - Tra 10-20 anni il Servizio sanitario nazionale si tingera' sempre piu' di rosa. Gia' ora tra i
nuovi iscritti agli Ordini dei medici oltre il 70% e' rappresentato da donne. Tale percentuale, tra 10-20 anni si tradurra' verosimilmente in percentuale di donne medico nel Ssn. Uno scenario che, se confermato, dovra' inevitabilmente portare a una riforma del sistema, a una diversa organizzazione del lavoro, attualmente tarato piu' sugli uomini. A scattare la fotografia e' Rosella Zerbi, medico dell'Asl 2 di Torino e componente della segreteria nazionale dell'Anaao Assomed, in occasione del 22esimo congresso nazionale del principale sindacato della dirigenza medica che si e' aperto oggi a Caserta.

"La prima criticita' in assoluto - spiega Zerbi all'Adnkronos Salute - e' il pregiudizio culturale nei confronti delle donne che
sperimentiamo ancora quotidianamente. C'e' poi la rigidita' dell'orario di lavoro". Secondo la dottoressa servirebbe una maggiore "flessibilita' dell'orario di lavoro che si puo raggiungere sia ripensando l'organizzazione del lavoro, che negli anni '70 e' stata fatalmente pensata per esigenze maschili (che rappresentavano la maggioranza dei medici), sia facilitando il part time".

Un'altra caratteristica perlomeno anomala del nostro sistema sanitario e' la scarsa presenza di donne nei posti apicali. "Siamo
lontani - sottolinea Zerbi - da una selezione indenne da condizionamenti e/o pregiudizi di genere. Le donne che ricoprono
incarichi di direttore di struttura complessa sono il 14% e il 28% dirige le strutture semplici". E ancora: "Solo il 9% dei direttori
generali e' donna e anche raggruppando insieme direttore generale, sanitario e amministrativo non si arriva al 18% delle presenze femminili". (segue)


SANITA': ANAAO, TRA 10-20 ANNI 70% MEDICI SARA' DONNA, SERVE RIFORMA SSN (2) =

(Adnkronos Salute) - La maggior parte dei 'camici rosa' si trova in pediatria, psichiatria, medicina interna e medicina d'urgenza, endocrinologia. "Si registrano pero' - precisa la dottoressa - carenze nelle specialita' chirurgiche, come cardiochirurgia, neurochirurgia, ortopedia. Ma il trend - assicura - sta cambiando". Il congresso di quest'anno sara' l'occasione per riscrivere lo statuto dell'Associazione. Obiettivo, aprire le porte a energie nuove: largo ai giovani e alle donne.

"L'Anaao Assomed - sottolinea Zerbi - ha esplicitamente scelto di perseguire l'equilibrio di genere a tutti i livelli della sua
organizzazione. Cio' per colmare un gap anacronistico. Non e' accettabile - aggiunge - che una societa' e/o un sindacato si privino del 50% delle loro potenzialita', risorse competenze, passioni. Solo cosi, con la partecipazione senza discriminazione di genere si possono migliorare le organizzazioni e la societa'", conclude.

Card image cap
Altri articoli

Segreteria Nazionale sede di Roma
Via San Martino della Battaglia, 31 - 00185 ROMA
Telefono 064245741 - Fax 0648903523
segreteria.nazionale@anaao.it - segreteria.nazionale@anaao.postecert.it